Vigili del fuoco contro Matteo Salvini per uso "abusivo" della divisa

L'USB dei vigili del fuoco ha pubblicato una lettera di denuncia contro il ministro dell'interno Matteo Salvini che ha indossato pubblicamente la divisa in più di un'occasione in modo giudicato "abusivo" dal sindacato dei pompieri. La lettera di denuncia è stata inviata al ministro, al responsabile dell’ufficio Garanzia dei diritti sindacali e al prefetto Bruno Frattasi, capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco.

La lettera di denuncia contro Salvini

Il coordinamento nazionale dell'USB dei vigili del fuoco, è firmatario di una lettera di denuncia nei confronti di Matteo Salvini per l'uso che il ministro fa ad ogni piè sospinto della divisa (dei vigili del fuoco, della polizia, ecc.).

[caption id="attachment_325316" align="aligncenter" width="854"]Matteo Salvini denunciato dai vigili del fuoco Il ministro dell'interno Matteo Salvini. Foto: ANSA[/caption]

La lettera contro l'atteggiamento del ministro si richiama all'articolo 498 del Codice Penale che recita: "Chiunque, fuori dei casi previsti dall'articolo 497-ter, abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, ovvero indossa abusivamente in pubblico l'abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929".

Per chiarire ancora meglio le ragioni di questo gesto, Costantino Saporito, coordinatore nazionale dell'USB dei pompieri, ha scritto: "È vietato indossare divise complete di gradi e mostrine che possano generare confusione e far sembrare che ci si trovi davvero davanti a un poliziotto o a un carabiniere o a un finanziere o corpi equiparati. Indossare semplicemente una maglietta senza gradi né stellette non è invece reato. Il ministro Salvini ha risolto il problema alla sua maniera: lui li ha indossati tutti, i giacconi, i giubbotti e le magliette che fanno tanto 'sicurezza' nonché materiale di propaganda social".

Il perché della lettera di denuncia

L'USB dei vigili del fuoco si è sollevata nei mesi scorsi contro il governo per le condizioni lavorative della categoria imposte con l'ultima Legge finanziaria. Nella lettera di denuncia si fa riferimento anche a questi problemi. Questo atto può essere quindi interpretato come il tentativo estremo da parte del sindacato di farsi ascoltare, oltre che di denunciare l'atteggiamento del ministro Salvini, considerato dall'USB deplorevole.

[caption id="attachment_325315" align="aligncenter" width="854"]Vigili del fuoco denunciano Matteo Salvini Vigili del fuoco con le bandiere del sindacato USB. Foto: USB[/caption]

La lettera è stata scritta dopo tutta una serie di azioni intraprese per denunciare le condizioni lavorative dei pompieri, cui si fa anche riferimento all'interno della lettera di denuncia. Infatti, Costantino Saporito scrive a proposito del comportamento del ministro: "Ci chiediamo: 'Perché tanta voglia di indossare divise se poi non le si onorano con atti tangibili?'". Proprio in questa affermazione si rivela forse la riflessione dietro la denuncia: è inutile fregiarsi della divisa se poi non si compiono azioni concrete per migliorare le condizioni lavorative di chi la porta.

"È sotto gli occhi di tutti - prosegue la lettera - che soprattutto noi vigili del fuoco, amati da tutti, usciamo dall’ultima Finanziaria senza l’ombra di un soldino in tasca e rimaniamo con l’ultimo contratto che non ha nulla di normativo. Niente Inail, stipendi da fame, previdenza disastrosa, mezzi circolanti da rottamare, attrezzatura più che scaduta, carichi di lavoro che aumentano, così come le emergenze che ci vedono coinvolti. Insomma, immagine per loro tanta, sostanza per noi zero".

La lettera di denuncia si conclude con una proposta sarcastica e una domanda che lo è ancora di più ma che mette in evidenza tutto il disagio e la rabbia del sindacato: "Un’idea ci sarebbe, per risolvere il problema dei fondi: moltiplichiamo le apparizioni abusive di Salvini in divisa per il massimo della sanzione pecuniaria prevista dall’articolo 498 CP. Ce ne sarebbe per tutto il comparto e avanzerebbe anche qualcosa per iniziare a rimborsare il popolo italiano dei 49 milioni fatti sparire dalla Lega. A proposito, ministro Salvini: come mai nessuna apparizione con la divisa della Guardia di Finanza?".