Lucia Riina, figlia del noto boss mafioso Totò Riina scomparso lo scorso 17 novembre 2017.

Lucia Riina, ultimogenita del noto boss mafioso di Cosa Nostra, ha ricercato in Parigi un modo per ricominciare una Vita Nuova insieme alla sua famiglia. È proprio così che infatti scrive in un post su Facebook quando si riferisce all’apertura del suo nuovo ristorante nella capitale francese. Il locale si chiama “Corleone by Lucia Riina” e intende mantenere e diffondere la tradizione culinaria siciliana. La cura e l’attenzione, però, sono anche riservate all’arredamento interno ed esterno del bistrò. Il tendone verde con lo stemma di Corleone – un leone che stringe un cuore – si erge sopra un elegante facciata in legno e vetro.

Al suo interno l’atmosfera appare elegante e ricercata, ci si può sedere su divanetti in legno con imbottitura verde e pranzare su tavolini in marmo bianco, con luci soffuse a scaldare l’ambiente.

La scelta di una nuova città e un nuovo inizio

Lucia Riina, l’ultima figlia del boss morto in carcere il 17 novembre del 2017, ha sempre affermato di sentirsi oppressa nella sua città natale, Corleone. La ricerca di un luogo dove sentirsi bene insieme al marito Vincenzo Bellomo e alla figlia di 2 anni, nasce proprio dall’emarginazione a cui, stando a quanto racconta, ha dovuto sottostare per molto tempo.

Il passato del padre Totò Riina, a cui lei è sempre stata inevitabilmente associata, era diventato, pare, opprimente. Molti la ricordano per la sua richiesta, nel 2017, del bonus bebè rifiutato poi prima dal Comune di Corleone e poi dall’Inps. Pareva, infatti, che oltre al rilevamento di errori fatti nella consegna della domanda, la sua presunta dichiarazione di indigenza non venisse considerata poi così credibile: si ritiene infatti che Lucia Riina possa avere accesso a una ricchezza, di proprietà del padre, che il boss dei boss aveva sempre negato di possedere, ma di cui aveva parlato durante l’ora d’aria in carcere.

Lucia Riina durante la mostra di una sua opera pittorica

Lucia Riina durante la mostra di una sua opera pittorica. Immagine: Pagina Facebook Lucia Riina

Un locale accogliente a due passi dal centro

Il ristorante di Lucia si trova in una zona centrale della città, precisamente in Rue Daru, non lontano dall’Arc de Triomphe e dal parco di Monceau. Il locale è intestato alla società per azioni Luvitopace e il suo presidente è Pierre Duthilleul e pare, stando al Messaggero, che abbia con un capitale sociale di mille euro.

Lucia e il marito Vincenzo intendono mantenere il massimo riserbo sulla loro attività, precisando più volte di non voler rilasciare interviste. Come racconta il Messaggero, il direttore di sala ha rivelato che i proprietari sono due francesi, ma che “forse la gestione è affidata alla coppia corleonese“.