Alda D'Eusanio la sua opinione durissima contro Matteo Renzi

A #CR4 – La Repubblica delle Donne è stato aspramente criticato da Alda D’Eusanio l’ex Premier Matteo Renzi. La sua critica è stata accompagnata tuttavia da una reazione ilare del pubblico, perchè espressa attraverso una battuta di spirito. Non del tutto d’accordo con lei si sono rivelati gli altri ospiti in studio.

L’opinione di Alda D’Eusanio su Matteo Renzi

Ad un certo punto della puntata del 2 gennaio, Piero Chiambretti, conduttore di #CR4 – La Repubblica delle Donne, chiede un commento agli ospiti in studio sull’ex Premier Matteo Renzi.

Alda D'Eusanio contro Matteo Renzi: "Un cog*****"

Matteo Renzi.

Foto: Facebook Matte Renzi

Alda D’Eusanio si esprime così su di lui: “Io penso che Renzi sia una di quelle persone che ha un disturbo della personalità. Nel senso che una volta pensa di essere un cog***** e una volta pensa di essere l’altro“. Il pubblico scoppia subito in una risata, una battuta di spirito, la sua, che rivela sostanzialmente la sua opinione sull’ex sindaco di Firenze.

Cosa hanno detto gli altri ospiti in studio

Gli altri ospiti in studio non sono stati tutti d’accordo con Alda D’Eusanio. In primis, Francesca Barra che, sulla trasmissione condotta da Matteo Renzi, Firenze secondo me, si è espressa così: “Non è stato un risultato modesto questo su Firenze è stato un documentario“.

Secondo Alfonso Signorini, invece, al momento Renzi è felice perchè sta guadagnando molti soldi e considerate le tante esperienze che ha non va sottovalutato.

Alda D'Eusanio critica Matteo Renzi

Francesca Barra

Roberto D’Agostino invece ha spiegato che secondo lui in qualche modo sente la mancanza del potere: “Una volta che hai assaggiato il potere però, quello è un orgasmo che non c’è nessun sesso che può sostituirlo“.

Iva Zanicchi ha invece commentato il ruolo spesso infelice che spetta a chi, come loro in questo caso, si trova a commentare l’operato di chi ottiene delle cariche pubbliche di rilievo: “Io all’inizio lo stimavo, mi piaceva, ma parlo al passato. E mi dispiace che quando un personaggio sale al potere poi noi dobbiamo massacrarlo“.

Credits immagine social di Matteo Renzi: Ansa – Ettore Ferrara