Un uomo di circa 30 anni è stato aggredito fuori dall'asilo dove aveva appena accompagnato la figlia, alla Magliana, periferia di Roma. Una vera e propria esecuzione, sembra, dato che due uomini a bordo di uno scooter con i volti coperti si sono affiancati alla sua auto e gli hanno sparato alla testa. Diversi i testimoni che hanno assistito alla scena e hanno allertato le forze dell'ordine.

Ferita anche la moglie

AGGIORNAMENTO DELLE 13:00 - La vittima della sparatoria sarebbe Andrea Gioacchini, 34 anni, pregiudicato per vari reati, dalla droga all'estorsione. L'uomo è un sorvegliato speciale della Polizia e tutto fa pensare che sia stato un sicario per un regolamento di conti a sparargli. Nella macchina insieme a lui era presente anche la compagna, originaria dell'Est Europa, ferita all'inguine.

Anche la sindaca di Roma Virginia Raggi è intervenuta sul fatto, dichiarando che sono necessari più poliziotti. La prima cittadina ha condiviso un post su Twitter, in cui si dichiara "indignata" per l'accaduto.

Gli sparano davanti l'asilo della figlia alla Magliana di Roma

Il quartiere è quello della Magliana: davanti l'asilo di via Castiglion Fibocchi "Mais e Girasole", verso le 8.50, due uomini a bordo di uno scooter, coperti da casco integrale, hanno sparato alcuni colpi in direzione di un 30enne. Il tutto è avvenuto durante l'orario di entrata, davanti agli occhi di maestre e alunni. I due uomini si sarebbero affiancati all'auto del 30enne, sparando quattro colpi di pistola. L'uomo, con diversi precedenti penali, è stato ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale San Camillo, in codice rosso. La Polizia cerca tracce degli aggressori e ha istituito dei posti di blocco nella zona, mentre un elicottero sorvola la zona di Roma Sud.

[caption id="attachment_326225" align="aligncenter" width="854"]magliana Foto: Google Maps[/caption]