ginafranco-vissani

Il noto chef e gastronomo Gianfranco Vissani è stato ospite di Caterina Balivo a Vieni da Me. Qui il ristoratore umbro ha raccontato la sua storia e quella della sua famiglia.

Aprendo “i cassetti” del suo passato, durante l’intervista, non sono mancati momenti di viva commozione durante i quali non ha saputo trattenere le lacrime.

Vissani, storia di un cuoco

Noto chef del ristorante che sorge sulle sponde lago di Corbara, nella località di Civitella del Lago in provincia di Orvieto, Vissani è stato anche eletto miglior cuoco d’Italia. 

Lo chef ha raccontato le  sue passioni partendo dagli albori e quindi dalla sua infanzia e i suoi inizi. “Mia mamma mi legava con una corda al tavolo perché ero troppo agitato” ha cominciato confidandosi a Caterina Balivo. “Nonostante ciò comandavo tutti e riuscivo comunque a sbirciare le donne. Sono molto sensibile alla bellezza femminile“. La famiglia, a quanto ricorda, è stata molto importante per la sua formazione. ” È stato un pezzo molto importante della mia vita“.

Le lacrime

L’emozione sul volto di Gianfranco Vissani prende tante forme, ma il picco di commozione è stato raggiunto quando la regia ha mandato in onda un filmato che ritrae il padre dello chef scomparso da poco. 

ginafranco-papà

Gianfranco Vissani guarda la foto del papà

Mio padre diete il nome al mio primo ristorante. Lo chiamò il Padrino” ricorda Vissani. “Mio padre era Rambo, in una notte poteva fare una casa a tre piani. Era un uomo molto forte, lavorava duramente. Voleva che io potessi diventare ingegnere. Io invece volevo solo fare il cuoco, ma lui non si è mai deluso dalla mie scelte. Era un uomo anche molto divertente, mi manca“. La Balivo incredula: “Non ti ho mai visto così“. La conduttrice si lascia trascinare dall’emozione, si alza, teneramente prende il volto dello chef tra le mani e dice: “Vieni qua Gianfrà“.

caterina-balivo

Caterina Balivo consola Vissani