Nonna esorcista tortura la nipotina: "È posseduta dal demonio"

Un video shock sta facendo il giro della rete in queste ore. Nella breve ripresa, una bambina di soli 9 anni è vittima di un’indicibile violenza. Ad aggravare una situazione già di per sé inaccettabile, è il fatto che il maltrattamento sarebbe avvenuto in famiglia. La bimba, infatti, pare vivesse con la nonna esorcista e la bisnonna perché la madre lavora negli Stati Uniti. La vergognosa punizione subita è di matrice religiosa, perché le assalitrici pensavano che fosse posseduta dal demonio.

Le immagini agghiaccianti

Nel breve video, girato a San Miguel, nello Stato di El Salvador (America Centrale), la cieca furia delle due si abbatte implacabile sulla piccola innocente. La bimba viene strattonata, colpita ripetutamente, i suoi vestiti strappati con violenza. La bambina cerca di liberarsi, mentre la nonna la blocca a terra e le tappa la bocca per soffocare le sue grida di dolore e paura. “Non respiro! Lasciami stare! Mi fai male!”, urla invano la vittima. L’altra donna intanto le gira intorno con una Bibbia, con la quale la colpisce anche al volto. Il video l’ha girato una persona che, sentendo le grida, si è arrampicata sul tetto della casa dove vivevano le “esorciste”.

Il video dell'esorcismo

Il violento esorcismo (Cattura dal video di TRV)

Arrestata la nonna

La presunta nonna esorcista, Narcisa Escobar, di 53 anni, è appartenente ad un ordine religioso non specificato. Dopo che la polizia ha acquisito il filmato, ha arrestato la donna con l’accusa di maltrattamento minorile. Ora attende in cella la sua sorte. Ha tentato di giustificarsi dicendo che la nipote dava di matto ogni sera, perché dedita alla stregoneria. Per questa ragione l’avrebbero sottoposta ad un aggressivo rituale religioso di purificazione. Della bisnonna, invece, non si conosce la posizione, né trapelano altri dettagli.

Nonna esorcista tortura la nipotina: "È posseduta dal demonio"

Alcune immagini tratte dal video che circola in rete

Il commento di un pastore

Sulla faccenda è stato interpellato anche David Alvarado, pastore della Chiesa Fraternidad Cristiana Intercontinental, che ha condannato la condotta delle due donne senza mezzi termini. “Non son riuscito a terminare di veder il video; questa è violenza, non una liberazione. Quando la religione è accompagnata dall’ignoranza le persone si trasformano in boia”. La bimba, affidata ai servizi sociali, ora è salva. Ma il ricordo dell’aggressione insensata che ha subito sarà difficile da cancellare. Il filmato è abbastanza eloquente: se qualcuno è posseduto dal demonio, di certo non è la piccola. La religione, quando diventa fanatismo e tortura, non è mai un bene.