obitorio

Una donna di 62 anni ha perso la vita dopo essere stata posta in una cella frigorifera dell’obitorio, a seguito di una constatazione del decesso frettolosa. Una storia assurda che ha luogo in Russia, in cui si mescolano la negligenza di un ufficiale di polizia e il dolore dei familiari, decisamente sconvolti da quanto accaduto.

Il malore ad una festa

Ci troviamo a Vasilyevka, in Russia. L’anziana donna è con tutta la sua famiglia ad una festa. C’è tanto alcol: la donna, secondo Ibtimes, avrebbe “bevuto pesantemente“, tanto da sentirsi male, perdere i sensi e smettere di respirare.

La polizia, chiamata dai familiari, una volta sul posto dichiara la donna morta, e avvia immediatamente la procedura lasciando il caso alla polizia mortuaria. “Ha certificato la morte da solo, ha chiamato il becchino e ha mandato il corpo all’obitorio senza documenti di accompagnamento“, racconta un parente della vittima al New Zealand Herald. Secondo un funzionario sanitario, l’agente avrebbe infranto ogni tipo di regola del caso: “L’ufficiale di polizia non ha richiesto i soccorsi, come è previsto in questi casi. Non basta l’esperienza investigativa“.

cella frigorifera

Immagine di repertorio

“Era come se fosse tornata in vita”

È bastato un attimo, però, per rendersi conto del grave errore commesso. All’obitorio, infatti, il funzionario presente tenta, come da prassi, di legare il cartellino identificativo al piede dell’anziana signora. La 62enne, però, inaspettatamente apre gli occhi e comincia a muoversi. “Era tornata alla vita“, dirà poi l’uomo, che immediatamente chiama i medici. I tentativi di rianimazione durano ben 40 minuti, prima della decisione di trasportare d’urgenza la donna al vicino ospedale di Belogorsk.

La corsa folle, poi il decesso per ipotermia

Le temperature gelide dell’obitorio, infatti, avrebbero portato la donna all’ipotermia, secondo quanto spiegato dal dirigente ospedaliero, il dottor Mikhail Danilov.

Che ha poi aggiunto: “Probabilmente poteva salvarsi se non fosse stata tutte quelle ore nel frigo“.

La donna nonostante il trasferimento ad una struttura più attrezzata, non ce la fa, e viene dichiarata morta in un comunicato ufficiale diramato dal ministro della Salute della regione. Secondo Metro Uk nei confronti dell’ufficiale responsabile del tragico errore verrà aperta un’indagine.

Un'anziana signora viene portata in obitorio, a seguito di una constatazione del decesso sul posto. Una volta li, però, la macabra scoperta

Credits: east2west news