È una storia terribile quella che racconta la stessa pensionata di 75 anni protagonista della vicenda. Succede sabato, quando una donna che da molti anni vive a Ponte di Brenta, in provincia di Padova, si reca al supermercato, fa la spesa, ma infila anche in tasca olio, burro, pistacchi e formaggio. In pochissimo tempo viene scoperta.

Il suo racconto

È il Mattino di Padova a riportare lo sfogo della 75enne che all’arrivo della polizia ha immediatamente confessato di aver rubato. “Ho sbagliato, ma ho rubato perché con la mia pensione non riesco ad arrivare a fine mese“.

L’anziana vive sola, ha dei problemi fisici, da anni va a comprare in quel supermercato. Aveva paura che non le restasse cibo: “Non arrivo a 600 euro al mese, gli aiuti sono pochi e quando torno a casa, piegata dai dolori, non mi resta che piangere. È un lavoro pesante alla mia età, lo sarebbe anche se fossi in salute“. La signora prende una pensione di invalidità di 400 euro, poi lavora per cercare di compensare.

Pensionata ruba al supermercato: "È dura campare con 425 euro"

Immagine di repertorio

Cosa è accaduto al supermercato

Quando è stata scoperta dai gestori di quel supermercato dove andava sempre ha chiesto di poter pagare la differenza: “Mi sono offerta di pagare quel che potevo ma non hanno sentito ragioni.

Hanno raccontato agli agenti che ero andata apposta per rubare, invece nel parcheggio c’erano ancora i sacchetti con la merce che ho pagato“, ha raccontato al Mattino di Padova. L’anziana sa che rubare è molto grave: “È giusto che il supermercato sia severo, è un’azione grave, ma bisognerebbe dare alle cose il loro peso” conclude la donna, “Ironia della sorte, non mi ero nemmeno accorta di avere in tasca altri 10 euro che avrei usato per pagare il resto“.

Pensionata ruba al supermercato: "È dura campare con 425 euro"