Francesca Cavallin, ospite a Viena da me

Una malattia insidiosa, un disturbo causato dall’insicurezza che a volte può portare alla morte. Questa è l’anoressia ma anche la bulimia. Entrambe patologie di cui Francesca Cavallin, attrice famosa per Un medico in famiglia, ha sofferto raccontando il suo trascorso al salotto di Caterina Balivo, Vieni da me. Un argomento complesso, intimo, che se affrontato nel modo corretto può essere d’aiuto per altre persone.

Le confessioni di Francesca Cavallin

Insieme a Caterina Balivo, la bella attrice sua ospite ha ripercorso la sua vita partendo dalla giovinezza. Un periodo difficile, come per ogni adolescente.

Perennemente sottoposto al giudizio altrui e al pericolo di un’insicurezza diffusa.

Francesca Cavallin in una puntata di Un medico in Famiglia 8

Francesca Cavallin in una puntata di Un medico in Famiglia 8

Come racconta la Cavallin, il paragonarsi in giovane età alle modelle o alle amiche più magre porta molto spesso alla non accettazione del proprio corpo. Nel suo caso la soluzione adottata è stata quella di allontanarsi dal cibo, instaurando con esso un rapporto sempre più difficile fino ad arrivare a soffrire di problemi di bulimia, sfiorando l’anoressia. Infatti racconta: “Credo che ci siano stati diversi fattori: quella fase di non riconoscimento di me e il fatto che nel contempo c’erano questi modelli che erano le top model degli anni ’90 che erano modelli fisici abbastanza inarrivabili “.

L’amore può salvare

L’attrice ha specificato in più occasioni quanto sia necessario affrontare questi argomenti per non sentirsi soli, per condividere dubbi e sofferenze. La vicinanza delle persone care, nel suo caso, sono state fondamentali per il superamento del problema.

Francesca Cavallin, durante la chiacchierata insieme a Caterina Balivo nella puntata Vieni da me

Francesca Cavallin, durante la chiacchierata insieme a Caterina Balivo nella puntata Vieni da me

Prime fra tutte la figura della mamma che, si sa, farebbe qualunque cosa per la propria figlia.

Ma ancora la presenza del fidanzato raccontato come una persona solare, sportiva e piena di energia. Un’energia che è riuscito a trasferire sulla sua compagna nel momento del bisogno. Lei ne parla così: “un fidanzato che ho avuto, uno sportivo, un tennista molto solare che ama la vita e mi ha trasferito la gioia di mangiare e di bere vino“.