Silvio Berlusconi c'è: si candida alle Europee

Silvio Berlusconi torna in campo. L’annuncio arriva dalla Sardegna, dove l’ex premier si è recato per cominciare la sua campagna elettorale. “Vado dove manca pensiero profondo“, ha detto di fronte alla folla. Lo scorso novembre la Corte europea dei diritti umani non si è espressa sull’affaire Berlusconi, mentre è ancora imputato nel processo Ruby ter.

L’annuncio in Sardegna

Come nel ’94 quando decisi di fermare i comunisti“, Berlusconi torna, e lo fa scendendo in campo in Sardegna, con l’obiettivo delle elezioni europee del 26 maggio 2019. Lo fa “per senso di responsabilità.

Alla bella età che ho, andrò in Europa“, spiega a chi a Quartu è andata ad ascoltarlo. Ai microfoni di RaiNews ha spiegato: “Con la mia conoscenza, le mie esperienze e la mia capacità di convincere, penso di poter svolgere un ruolo importante e convincere i cittadini europei affinché possano capire che rischiamo di allontanarci dai valori occidentali e di essere dominati da un impero cinese che ha delle convinzioni e dei valori che sono opposti ai nostri“.

L’obiettivo del centrodestra

Berlusconi crede in un centrodestra unito con l’obiettivo di vincere le elezioni: “La Sardegna molto spesso, anche in passato, ha anticipato situazioni che poi si sono verificate a livello nazionale.

Mi auguro che già con il voto di domenica prossima si possa dimostrare che molti sardi hanno capito chi sono i grillini. Chissà che questa andata fuori di testa di molti elettori che hanno votato M5s non possa subire un cambiamento“.

Poi lancia una frecciatina al governo gialloverde: “L’alleanza gialloverde è innaturale e non credo che riuscirà a reggere. Anche in Parlamento ci sono molti fermenti venuti fuori recentemente che mi fanno pensare che questo esecutivo non abbia ancora molto tempo per andare avanti“.

Poi scende nello specifico, e come detto in precedenza si scaglia contro il reddito di cittadinanza: “Contro questa misura faremo tutto ciò che sarà giusto fare. E’ un provvedimento che non porta nessuna crescita e nessuno sviluppo, ma che farà aumentare il lavoro nero e che premierà chi sta a casa“.

Silvio Berlusconi c'è: si candida alle Europee