portafoglio


A volte trovare un oggetto può cambiare la vita. A maggior ragione se si tratta di un portafoglio con 900 euro all’interno e se chi lo ritrova è senza lavoro da 6 anni. Ma la vita di Omar Chamkou, 59enne di origini marocchine, residente a Cartigliano in provincia di Vicenza, è cambiata per una ragione diversa: dopo aver restituito il prezioso borsello al legittimo proprietario, ha ricevuto una proposta di lavoro ed è stato immediatamente assunto.

Il ritrovamento del portafoglio

La storia ha avuto inizio domenica, quando Chamkou stava facendo una passeggiata nei pressi della riva del Brenta. Ha subito notato un portafoglio, lasciato incustodito ai margini della strada. All’interno 900 euro e varie carte di credito e i documenti. Omar, da 30 anni in Italia, non ha avuto esitazioni: invece di tenere il denaro per sé, ha deciso di riportare immediatamente l’oggetto al sindaco di Cartigliano, Guido Grego. A quel punto, mobilitando la polizia locale, si è scoperto che il proprietario del portafoglio era un dirigente che lavora per Bernardo Finco, titolare della Conceria Finco, un’azienda che conta circa 120 dipendenti tra le sedi di Bassano e Montebello. L’uomo si era fermato a fare rifornimento e aveva distrattamente appoggiato sulla propria automobile il portafoglio che, ripartendo, era poi volato via.

L’offerta di lavoro da parte dell’azienda

Dopo questo gesto di straordinaria onestà, i titolari dell’azienda si sono chiesti come avrebbero potuto sdebitarsi. Chamkou era da tempo disoccupato e con tre figli minorenni a carico, da quando l’impresa per cui lavorava da 16 anni come operaio aveva dovuto chiudere. È nata così l’dea di offrirgli un lavoro: “Abbiamo ritenuto di fare un colloquio con il signore che l’ha ritrovato, ci sembrava il minimo - ha dichiarato il titolare della conceria al Corriere del Veneto - non aveva fatto domanda da noi ma aveva bisogno di lavoro e, in questo momento, il nostro settore offre opportunità. Una persona di tale onestà va conosciuta, abbiamo verificato, è stato sfortunato e ha perso il lavoro per colpe non sue. Lavorerà in reparto da noi, inizia lunedì”.

L’orgoglio dell’amministrazione comunale

In passato erano già accadute vicende di questo tipo anche se, nel caso dell’imprenditore Giovanni Radicchi, la proposta di lavoro era arrivata solo dopo l’offerta di 100 euro di ricompensa, rifiutata dalla donna che aveva ritrovato il portafoglio. Nel caso di Cartigliano, la storia si è risolta in maniera talmente esemplare da aver riempito di orgoglio la stessa amministrazione comunale: “Così la conceria dimostra attaccamento al proprio territorio - ha dichiarato il sindaco Guido Grego - quella accaduta a Cartigliano in questi giorni è una storia bellissima con un finale da favola: spero che raccontarla aiuti tutti a riflettere sull’importanza di tenere un comportamento onesto ed essere da esempio per i propri famigliari e gli altri. L’educazione civica, prima ancora di essere insegnata nelle scuole, passa attraverso i nostri gesti quotidiani”.