In coma etilico, i medici lo salvano grazie a 15 lattine di birra

Un uomo di 48 anni sul punto di morire per avvelenamento da alcol è stato salvato dai medici grazie ad un’insolita trasfusione: 5 litri di birra. Ed ha funzionato!

I livelli del sangue fuori dall’immaginazione

La storia, riportata dal Daily Mail, è accaduta in Vietnam. Al General Hospital della città di Quang Tri viene trasportato d’urgenza Nguyen Van Nhat, 48 anni, i cui livelli di alcol nel sangue sono spaventosi. Secondo il medico che ha guidato tutta l’operazione di salvataggio, il dr. Le Van Lam, i livelli di etanolo nel corpo del paziente erano di 1119 volte il limite consentito.

In coma etilico, i medici lo salvano grazie a 15 lattine di birra

Il 48enne Nguyen Van Nhat, in un grave coma etilico. Foto/Asia Wire

L’ultimo disperato tentativo

I medici hanno provato a fare di tutto per far riprendere l’uomo, ma le sue condizioni critiche non miglioravano. Da lì l’intuizione, come ultimo tentativo: continuare a somministrare alcol. I medici hanno iniziato con una trasfusione di un litro di birra – l’equivalente di tre lattine – e sono andati avanti così, una volta ogni ora. Il dottore ha spiegato, infatti, che anche quando un uomo perde conoscenza a seguito di una sbronza, lo stomaco e l’intestino continuano a rilasciare alcol nel flusso sanguigno.

Per un certo periodo di tempo, il cervello è privo di sensi, ma l’alcol in circolo continua a crescere.

L’alcol nel nostro corpo circola in due forme diverse: etanolo e metanolo. Il nostro fegato ha come priorità quella di scindere l’etanolo, per cui, se i livelli di metanolo sono troppo alti, questo ha tutto il tempo di convertirsi in formaldeide e poi in acido formico. Per prevenire questo evento si utilizza la dialisi, ma nel caso dell’uomo ciò non riusciva a fare effetto.

In coma etilico, i medici lo salvano grazie a 15 lattine di birra

Immagine di repertorio

L’incredibile ripresa

La somministrazione di birra ha avuto il suo risultato: la continua immissione di alcol ha rallentato in maniera decisiva la conversione della formaldeide in acido formico e ha dato modo alla dialisi di fare effetto. Dopo 5 ore di trasfusione e ben 15 lattine di birra, l’uomo ha ripreso conoscenza. Tre settimane dopo la tremenda vicenda, l’uomo è stato dimesso dall’ospedale. Chissà che quelle 15 lattine di birra non rappresentino per lui la vera, ultima pesante bevuta.