Torna la paura in Irlanda, a distanza di 21 anni lo spetto dei Troubles fa capolino. Un’ autobomba è esplosa di fronte al tribunale di Derry, città protagonista del drammatico episodio della Bloody Sunday- La domenica di sague, quando il 30 gennaio 1972 il 1° battaglione del Reggimento Paracadutisti dell’esercito britannico sparò contro una folla di manifestanti colpendo 26 persone e uccidendone 14. Poche ore fa la polizia ha annunciato di aver arrestato due persone che pare siano legate all’IRA; secondo le forze dell’ordine, la bomba è stata pensata per uccidere.

Derry: esplode autobomba di fronte al tribunale

Un’autobomba è esplosa alle 20.09 ore locali di ieri davanti al palazzo di giustizia, in Bishop Street, nella città di Derry, contea di Londerry-Irlanda del Nord. Attimi di paura e terrore che fortunatamente non hanno lasciato vittime, grazie anche al pronto intervento degli agenti di polizia che sono riusciti ad evacuare le persone che si trovavano negli edifici circostanti la zona dell’esplosione. La zona è di per sé molto popolosa, nei pressi c’è la Massonic Hall, che nella serati di sabato ospitava 150 persone, e una chiesa dove si tengono molte attività giovanili.

L'auto dopo l'esplosione. Credits Mirror Uk

L’auto dopo l’esplosione. Credits Mirror Uk

Secondo quanto riferito la polizia sarebbe stata avvertita per tempo tramite una telefonata anonima. “Era il caos, ho sentito un rumore assordante, ero quasi sicuro che si trattava di un’esplosione” ha raccontato alla BBC Greg McLaughlin, un testimone che vive nei pressi del luogo dell’esplosione. Secondo quanto dichiarato, la bomba aveva lo scopo di uccidere le persone della comunità, lo comunica Mark Hamilton, vice capo della polizia nord-irlandese a Sky News.

Due persone sono state arrestate

Circa un’ora fa la polizia ha arrestato due uomini di 41 e 49 anni con l’accusa di atto terrroristico.

Secondo quanto si legge su BBC, pare che i due uomini avrebbero agito perché appartenenti a quella che è stata ribattezzata come la Nuova IRA, un nuovo gruppo di dissidenti repubblicani fondato nel 2012. Il veicolo usato per l’attacco era stato rubato un paio d’ore prima ad un fattorino intento a consegnare pizze.

Il gruppo, nato nel 2012, raccoglie tutto un insieme di dissidenti appartenenti ai gruppi paramilitari che si rifacevano all’IRA.

L’annuncio è arrivato attraverso un comunicato che accusava un fallimento da parte dei leader nazionalisti irlandesi, ai quali bisognava sopperire con la forza. Non si assisteva ad atti così forti dalla tregua del 2005, quando l’IRA dichiarò la cessazione della lotta armata scegliendo la via diplomatica. Da allora, ad eccezione fatta per qualche atto sporadico, non ci sono stati più scontri. L’ultima autobomba esplosa risale al 15 agosto 1998 a Omagh, nella contea di Tyrone, dove morirono 29 persone. Questo è ricordato come l’attentato più sanguinoso di tutto il ventennio ricordato come il periodo dei Troubles.

Il video dell’esplosione:

La polizia ha rilasciato il video ripreso dalle telecamere di sicurezza, ha immortalato il momento esatto dell’esplosione.

In un’altra ripresa, precedente all’esplosione, si vede un gruppo di ragazzi passare proprio accanto alla vettura.