Morte di Alessio Vinci: l'ultimo messaggio al nonno

Si sa veramente poco della morte di Alessio Vinci, appena 18 anni, ritrovato morto in un cantiere di Parigi, viveva a Ventimiglia con il nonno, e da poco si era trasferito a Torino per studiare. Dalle ultime notizie rese note da La Stampa, sembra che il giovane avesse inviato un messaggio proprio al nonno, qualche momento prima di morire.

Il messaggio al nonno

Alessio viveva con il nonno, al quale era molto legato, da quando la mamma era tragicamente deceduta. Proprio al nonno avrebbe inviato un messaggio, l’ultimo, prima di cadere dalla gru del cantiere in cui è stato ritrovato: “Sei stato il nonno migliore, un grande esempio“.

Una delle ipotesi, quindi, è che il giovane si sia lasciato cadere, ma non c’è alcuna certezza al momento. La polizia francese sta esaminando i video delle telecamere di sorveglianza per capire cosa sia successo, e anche se il ragazzo era solo o no. Un’altra ipotesi che in queste ore viene riportata è quella del “blue whale“: tra le prove di coraggio c’è anche quella di saltare giù da una gru.

Morte di Alessio Vinci: l'ultimo messaggio al nonno

Alessio Vinci

Perché era a Parigi?

Dopo quel messaggio, il nonno ha chiamato diverse volte il cellulare del nipote, ad una di quelle chiamate pare abbia risposto proprio la polizia francese. Lo zio del ragazzo, Vincenzo Vinci, avrebbe rivelato: “Ma non sappiamo nulla di più ci hanno solo detto di non partire per Parigi perché non ci farebbero vedere il corpo, devono prima eseguire l’autopsia“, riporta La Stampa. Il ragazzo frequenta la facoltà di Ingegneria aerospaziale del Politecnico di Torino, ed è al primo anno. A Parigi si sarebbe dovuto trasferire a febbraio per l’Erasmus.

Non si sa quindi se fosse già lì per cercare casa o informazioni in merito al suo trasferimento.

Morte di Alessio Vinci: l'ultimo messaggio al nonno

Immagine di repertorio