Trovati vermi nello yogurt dell'asilo

Una confezione di yogurt distribuito all’interno di un asilo aveva dei vermi al suo interno. Questo è quello che pare sia successo in un asilo della cittadina di Fasano, dove una bambina con particolari esigenze alimentari ha ricevuto uno yogurt al posto della frutta come consuetudine. Quando i genitori della piccola hanno scoperto i vermi si sono infuriati e avrebbero presentato denuncia sia all’Asl che ai Nas.

I vermi nello yogurt dell’asilo

L’asilo dove ha avuto luogo il tragico episodio si troverebbe nella cittadina di Fasano e fa parte della 1° Circoscrizione Didattica.

 Il fatidico giorno della scoperta, la bambina in questione ha ricevuto la sua merenda che ha pensato di mettere nello zainetto per portarla a casa e consumarla in un secondo momento. Quando, insieme alla mamma, ha aperto il vasetto di yogurt la scoperta è stata sconcertante: al suo interno sarebbero stati presenti dei vermi, nonostante il prodotto fosse sigillato. Immediata è stata la reazione della famiglia che ha chiamato e avvisato il Comune di competenza ma anche l’Asl e i Nas, l’organo che gestisce la salute pubblica.

Sembra che anche il Sindaco sia stato informato e abbia stimolato i genitori ad andare più a fondo nella vicenda.

Questa è l'immagine che circola sulle fonti riguardanti il caso.

Questa è l’immagine che circola sulle fonti riguardanti il caso.

La reazione del Dirigente del 1° Circolo Didattico

Gennaro Boggia ricopre il ruolo di Dirigente del 1° Circolo Didattico e in tutta questa vicenda è stato l’ultimo a venirne a conoscenza.

La vicenda è avvenuta in un asilo di Fasano, dove una bimba seguendo una dieta particolare ha ricevuto un vasetto di yogurt con dei vermi

La vicenda è avvenuta in un asilo di Fasano, dove una bimba seguendo una dieta particolare ha ricevuto un vasetto di yogurt

Dopo aver appreso la notizia dai giornali si è subito interessato dell’accaduto.

L’uomo ha poi affermato: “Lo yogurt era stato ordinato per la dieta speciale di una bambina. Questo per specificare che non tutti i bambini consumano yogurt a scuola ma era un alimento sostitutivo. Era sigillato e non scaduto e la piccola lo ha portato a casa per cui le maestre non hanno potuto visionare direttamente l’apertura della confezione“, riporta tra gli altri Il Corriere adriatico. Subito dopo aver pronunciato queste parole ha chiarito che lui e tutti gli Organi responsabili avranno cura di andare a fondo della vicenda, cercando di garantire la massima sicurezza per ogni bambino.