Un biglietto d'auguri ritrovato e un regalo perso: il miracolo viaggia sui social

La potenza dei social network è incredibile, ma dietro i social ci sono le persone e sicuramente se Luca Giordano non avesse deciso che quel biglietto era giusto che tornasse nelle mani di Mattia che l’aveva perso, non saremmo qui a raccontare questa storia. Il fatto è accaduto a Torino e la storia è iniziata per via di un regalo di compleanno.

Il regalo perduto

Camminando per strada in Via Giulio insieme alla sua amica Martina il 19 gennaio, Luca Giordano si trova sotto gli occhi un biglietto contente 50 euro e con su scritte queste parole: “Mattia ho tanto male al ginocchio da un mese ma ti farò crostate e orecchiette.

4.1.19. Al caro nipote Mattia AUGURO buon compleanno e buona fortuna, su tutto! Nella tua lunghissima vita! Abbracci. Tua zia Michelina“. Allora, Luca decide di condividere un post per cercare di contattare questo Mattia che, come riportava il biglietto, aveva compiuto gli anni il 4 gennaio.

Luca scrive: “Stamattina camminando in Via Giulio, a Torino, abbiamo trovato questo messaggio per terra. Una zia che, facendo gli auguri al nipote, gli prometteva orecchiette e crostate.

Prendendo il foglio in mano ci siamo accorti dello scotch. È una busta di compleanno. Dentro ci sono cinquanta euro, ma Mattia deve aver perso il bigliettino. Facciamo funzionare l’internet per una volta. Se conoscete un Mattia con una zia che si chiama Michelina, condividete. Condividete anche se non conoscete nemmeno un Mattia. Però troviamoli ché van bene le crostate ma anche i cinquanta euro non fanno male“. In tantissimi, hanno condiviso il suo post e, alla fine, Mattia è stato trovato.

Il regalo ritrovato

Il destinatario del biglietto e del regalo è Mattia Vitti, uno studente di Torino, che era del tutto ignaro dell’esistenza di quel biglietto che sua zia aveva affidato al padre, Sergio.

Grazie a Stella, un’amica di famiglia che ha risposto all’appello di Luca, la famiglia di Mattia ha recuperato il suo regalo di compleanno.

Come riporta Repubblica, Stella ha scritto a Luca: “Mattia è nato il 4 gennaio 1999 ed è il figlio dei miei amici d’infanzia Tania e Sergio. Sicuramente è lui il destinatario della lettera scritta dalla zia michelina Come facciamo a mettervi in contatto?

Li chiamo subito e comunico che hanno un angelo custode che ha ritrovato il suo regalo che bello onestà e solidarietà“. Alla fine, Luca e Mattia si sono incontrati: Luca gli ha restituito il biglietto e Mattia per ringraziarlo gli ha regalato un pacco di orecchiette fatte proprio dalla zia Michelina.

Credits immagine in evidenza e social: Facebook Luca Giordano