Evira il suo

Arriva dalla Serbia un’agghiacciante storia di crudeltà e sadismo. Una donna di 37 anni ha ucciso il suo amante dopo averlo evirato. Sulla vicenda sta indagando la polizia che ritiene sia stato un omicidio premeditato. L’uomo, inoltre, da anni era diventato lo “schiavo sessuale” della donna, completamente sottomesso alla sua brutale follia.

Prima lo evira, poi lo uccide

Marina Becanovic, donna serba di 37 anni, era solita usare il suo amante 67enne Petar Petrovic per insoliti giochi sessuali. In uno di questi, la donna ha brutalmente torturato quello che ormai era diventato il suo “schiavo”.

Ha legato l’uomo a una sedia, poi ha preso un lungo coltello con il quale ha tagliato il suo pene . Dopo lo ha bruciato davanti ai suoi occhi nella stufa di casa. Prima di massacrarlo e giungere al tragico finale, la donna ha spento sul suo corpo varie sigarette. Infine si è armata di ascia e lo ha ucciso spietatamente, colpo dopo colpo. L’orrenda vicenda è avvenuta nell’abitazione di Marina Becanovic, nel villaggio di Guncati, nella Serbia centrale.

Marina Becanovic

Marina Becanovic, la protagonista della brutale vicenda. Foto/CEN

Indagini in corso: evirato ucciso dalla “padrona”

A denunciare l’efferato atto alla polizia è stato il padre della donna.

Marina Becanovic, infatti, lo aveva chiamato perché non sapeva disfarsi del cadavere. Secondo quanto emerso dalle indagini, l’omicidio sarebbe stato premeditato. La donna avrebbe chiesto al suo amante del denaro ma al rifiuto di lui si sarebbe scatenata in lei una furia violenta e assassina. Secondo l’accusa e sulla base di alcune testimonianze, il 67enne Petar Petrovic era letteralmente lo “schiavo sessuale” della donna da ormai 3 anni. L’uomo, infatti, veniva spesso picchiato e torturato con sadismo eccessivo e per questo motivo si era già rivolto in passato alla polizia locale.

I trattamenti subiti, tuttavia, non erano riusciti a tenerlo lontano dalla donna, da cui era ossessionato. Alla fine la sua carnefice lo ha massacrato senza alcuna pietà durante un gioco sadomaso.

polizia

Immagine di repertorio