smartphone pieghevole

In una conferenza tenutasi oggi a Pechino, l’azienda Huawei ha svelato le ultime novità in serbo per i suoi utenti, tra smartphone pieghevoli e reti a 5G. Nonostante gli screzi con gli USA, il colosso di Shenzhen continua a crescere e fatturare.

Le novità Huawei

Il 2018 è stato un anno decisivo per la Huawei. Il colosso di Shenzhen è riuscito a superare i 50 miliardi di dollari di fatturato, vendendo all’incirca 200 milioni di dispositivi in tutto il mondo. Le novità però non riguardano soltanto gli smartphone ma anche lo sviluppo di reti di nuova generazione, sempre più veloci e performanti.

La novità sicuramente più particolare e attesa è il primo smartphone 5G pieghevole, che verrà presentato al prossimo Mobile World Congress a Barcellona. Non si sa ancora molto su questo dispositivo. Il display potrebbe essere di 5 pollici, mentre, una volta aperto, il display all’interno potrebbe avere una diagonale da 8 pollici. Il prezzo di lancio sarà al di sopra dei 1000 euro, si potrà usare come smartphone e come tablet e, appunto, sarà dotato di connessione 5G. E questo grazie a un nuovo modem, il Balong 5000.

prototipo di cellulare pieghevole

Prototipo di cellulare pieghevole.

Lo sviluppo della rete 5G

È proprio sulla rete 5G che Huawei sta investendo e lavorando per ottenere il primato nel campo dell’innovazione e della telefonia.

Il Balong 5000 è un modem che verrà integrato nei prossimi telefoni a 5G e la cui velocità può arriva a 3,2Gbps, cioè una velocità almeno di tre volte superiori alla miglior connessione ADSL in fibra disponibile in Italia. “Balong 5000 è il chip per il 5G più avanzato che esista”, ha dichiarato Richard Yu, CEO della divisione consumer di Huawei, durante la conferenza stampa. Il chip è compatibile con il chip Kirin 980, già integrato in alcuni smartphone. Il primo prodotto ad avere in esclusiva questo tipo di tecnologia sarà il CPE Pro, un router che permetterà all’utente di connettersi in casa al 5G.

Al momento è disponibile solo in Cina, ma ci sono buone probabilità che presto sbarchi anche in Europa.

Il chip Balong 5000.

Il chip Balong 5000.

Questo tipo di rete non sarà solo domestica, ma in un futuro non molto lontano sarà disponibile anche nelle nostre città, grazie a una nuova serie di celle che abiliteranno la connessione 5G insieme a quelle 4G e 3G. “Ad oggi abbiamo già installato più di 25.000 celle per il 5G nel mondo” ha dichiarato Ying Chaobing, presidente responsabile della linea produttiva del 5G di Huawei. “Le nostre soluzioni abbassano i prezzi di allestimento, perché sono soluzioni compatte che può installare anche un singolo operaio”. Il colosso di Shenzhen continua quindi a crescere a dispetto degli ultimi screzi avuti con gli USA. “Quelle che gli USA diffondono su di noi sono falsità”, ha dichiarato Richard Yu, “È tutto rumore. Avranno certamente delle conseguenze per noi, ma la superiorità della nostra offerta tecnologica è tale da permetterci di crescere sul lungo termine nonostante questo clima sfavorevole”.

(Foto copertina: Reuters)