La verità doveva venire fuori. Eccomi qua, sono una signorina“: è così che Gina Lollobrigida, dopo gli anni passati a rivendicare l’inesistenza del suo matrimonio con l’imprenditore Javier Rigau, festeggia l’annullamento delle nozze proclamato dalla Sacra Rota. La grande attrice italiana si era battuta per anni, tra varie ospitate televisive, per denunciare il raggiro che il suo presunto marito aveva ordito nei suoi confronti, con batti e ribatti a distanza tra i due.

Tutti gli articoli su Gina Lollobrigida

Le accuse reciproche tra la Lollo e Rigau

Una grande vittoria per Gina Lollobrigida, 91 anni, che chiedeva a gran voce l’annullamento delle presunte nozze con Javier Rigau, unione sancita da un contratto matrimoniale che portava una firma che non era della grande attrice italiana, a suo dire.

La firma della Lollo, invece, era riportata su un altro documento che nulla aveva a che fare con matrimonio. Ad accorgersene era stato l’assistenze della donna, Andrea Piazzolla, che era poi stato denunciato di circonvenzione di incapace dallo stesso Rigau e dal figlio e dal nipote dell’attrice, Milko e Dimitri Skofic.

gina lollobrigida marito interna

Gina Lollobrigida con Rigau

È una firma che hanno cercato di copiare.

È una firma tentennante. Sono firme false fatte a Barcellona da lui e dai suoi complici“, aveva spiegato la Lollo per denunciare il raggiro nei suoi confronti, dovuto secondo lei alla brama di Rigau nei confronti del suo patrimonio. “Dice che ha una ricchezza da parte ma non aveva i soldi per comprare un biglietto aereo per venire a Roma per il giorno matrimonio… Non c’è una parola di vero. Perdiamo tempo ad ascoltare questo delinquente. È un uomo che non può avere affidamento.

Un buffone”.

Il verdetto della Sacra Rota: matrimonio annullato per “inesistenza”

Rigau, dall’altra parte, ha sempre rivendicato la validità del vincolo matrimoniale, sottolineando come la relazione con la grande attrice fosse di natura amorosa, senza secondi fini. “Gina ha detto che non l’ho mai toccata con un dito? Prima di parlare, abbiamo sc****o. Lei diceva che non era amore, era solo passione, e che l’amore era arrivato dopo. Una signora che ha organizzato il matrimonio quattro volte aveva interesse nel farsi vedere al pubblico con un uomo ancora giovane.

Ho regalato a Gina Lollobrigida, due anelli e un collier. Gina mi ha voluto sposare per procura com’è successo tra Sophia Loren e Ponti. Gina Lollobrigida, davanti ad un giudice, ha detto che io non le ho chiesto mai soldi. Quando uscivamo insieme, pagavo sempre io”, aveva specificato l’uomo.

Gina Lollobrigida

Ora però, dopo le discussioni e le accuse reciproche, arriva la parola fine sulla questione: la Sacra Rota ha infatti dichiarato nullo il presunto matrimonio tra la Lollo e Rigau “per inesistenza”. “Finalmente!” ha dichiarato la 91enne al Corriere della Sera, che per ricevere la notizia ha posticipato la sua partenza per Hollywood.

Il fatto che sia stato proprio il Pontefice a siglare la sentenza di annullamento mi riempie ancor più di gioia. Quell’individuo”, dice rivolgendosi a Rigau, “non la piantava più di farsi pubblicità sul mio nome. Ma soprattutto metteva in dubbio la mia credibilità e avanzava diritti che non ha sul mio patrimonio!”.