Macron risponde alle critiche

Fino ad oggi il presidente francese Emmanuel Macron si era astenuto dal rispondere alle critiche mosse dai vice-premier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Oggi ha deciso di rompere il silenzio durante una conferenza stampa al Cairo. Le sue parole hanno fatto calare il gelo.

Macron e il botta e risposta con l’Italia

Italia e Francia di nuovo in lite, secondo quanto riportato da testate francesi, il presidente Macron non sarebbe intenzionato a rispondere alle critiche mosse da Di Maio e Salvini sulla Francia, relative alla questione dei migranti, perché a suo dire non sono di alcun interesse. “Non risponderò – si legge su Ansaè la sola cosa che si aspettano.

Tutto questo è irrilevante. Il popolo italiano è nostro amico e merita dei leader all’altezza della sua storia”. Una non-risposta che cela però un duro attacco ai due leader che a loro volta non sono stati rimasti in disparte.

La risposta di Di Maio a Macron

A replicare per primo e il vice-premier Luigi Di Maio, che, ospite a Non è l’Arena,”Avete sentito Macron? Dice che non sarei all’altezza di stare al governo.

Io preferisco che siate voi a deciderlo. A Non è l’Arena ho parlato anche di questo!” scrive su Facebook. Durante il programma il vice-premier ha dichiarato “Prima di fare la morale all’Italia, Macron dovrebbe liberare dal neocolonialismo francese gli Stati africani, perché se quelli Stati li impoverisce poi quelle persone partono. (…) Le nostre parole saranno irrilevanti per lui, ma non per gli italiani e gli europei”. Di Maio ha poi concluso dicendo: “Non siamo all’altezza? Questo lo lascio decidere al popolo italiano”.

Di Maio risponde a Macron

Di Maio risponde a Macron “Non siamo all’altezza?

Questo lo decide il popolo italiano”

Salvini: “Pensi a restituirci i terroristi”

Arriva anche la risposta del ministro dell’Interno e vice-premier Matteo Salvini. Parole al vetriolo contro il presidente francese: “Macron? Pensi a restituirci i terroristi e gli assassini che la Francia accoglie da troppi anni, poi ne riparliamo“.