Le bibite gassate danneggiano i reni: lo rivela una ricerca

Che le bibite gassate non siano alleate della salute si sa da tempo. Ma la lista nera dei loro effetti negativi si allunga: a patire il consumo di cola e aranciata sono anche i reni. È ancora una volta una ricerca americana a gettare luce sugli effetti di queste bevande. Stando a quanto emerso delle ricerche della Buffalo University, le bibite frizzanti hanno il potere di scatenare patologie ai reni, che possono arrivare ad essere anche piuttosto gravi.

Sconsigliate per tutti, in particolare agli sportivi

Ad essere “incriminato” è in particolare il consumo di bibite gassate quando si fa sport.

Nel corso della loro ricerca, gli scienziati hanno sottoposto i partecipanti ad una intensa attività sportiva, con temperature alte. Una situazione che può facilmente crearsi, ad esempio, facendo jogging in una giornata estiva. Nelle pause tra i loro esercizi, a tre gruppi di persone è stato permesso bere 3 bibite di tipo diverso: bevande gassate, succo e acqua minerale.

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rinfrescarsi con una bibita gassata dopo aver sudato fa soffrire i reni

I ricercatori, dopo aver fatto “sudare” a dovere i partecipanti all’esperimento, hanno misurato i risultati.

Dalle analisi è emerso che chi aveva consumato bibite dolci riportava segni di problemi a livello renale. Tra gli effetti pericolosi vi è, infatti, la ridotta capacità dei reni di filtrare il sangue. Più fortunati i partecipanti che avevano consumato solo acqua tra gli esercizi. I loro reni, infatti, non hanno mostrato alcun segno negativo. Dalla ricerca emerge, quindi, che reintegrare i liquidi corporei persi con l’attività fisica e il caldo con una bibita dolce è davvero una pessima idea. Lo zucchero contenuto nelle bevande gassate causa infatti ulteriore disidratazione, mandando in allarme i reni.

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Sono ancora da approfondire gli effetti a lungo termine

“Sarà necessario un ulteriore lavoro di ricerca per stabilire gli effetti a lungo termine del consumo di bibite gassate durante gli sforzi fisici ad alte temperature, in modo da chiarire la loro relazione con lo sviluppo di malattie renali, recita infatti così il comunicato stampa dell’American Physiological Society, che ha pubblicato lo studio.