Barista dona sacchetti con cibo ai senzatetto

Cristina Georgiana Vlad è arrivata in Italia 18 anni fa e nel 2011 ha aperto la Caffetteria Zerotrenta a Brescia. Negli scorsi giorni, stanca degli sprechi che in bar e ristoranti son all’ordine del giorno, ha avuto un’idea brillante: dare ai senzatetto le brioches, i panini e la frutta invenduti. Alla chiusura, Cristina mette il cibo in dei sacchetti ben sigillati, con un biglietto invitante: “Se hai fame, prendi”, con annesso cuoricino.

Una ragazza dalla grande umanità

Nel corso della mia vita ci sono stati momenti in cui ho davvero patito la fame, quindi so cosa significa e come ci si sente quando si è soli ed emarginati.

Questo è il mio contributo”, ha spiegato la donna. Ma in realtà Cristina non fa solo questo; accoglie di tanto in tanto nel suo bar giovani provenienti da comunità protette, e quando può va alla stazione a dare cibo e coperte ai poveri. È conosciuta e amata nel suo circondario per la sua grande umanità.

Cristina Vlad

Cristina Vlad, la barista solidale (Foto: Facebook)

Ha lanciato l’iniziativa grazie a Facebook

Cristina inizialmente non voleva ricorrere a Facebook per lanciare questa iniziativa.

Ma, dopo qualche giorno in cui i sacchetti solidali non venivano ritirati, ha deciso di ricorrere ai social network. Da lì è arrivato subito il plauso del web, il passaparola ed il ringraziamento degli affamati. Ora, poco dopo la chiusura del bar, si presentano lì per mettere qualcosa sotto i denti, felici che qualcuno pensi a loro.

Alle critiche ha risposto col sorriso

Ho deciso di offrire i prodotti freschi che mi rimangono della giornata al di fuori della Caffetteria Zerotrenta in via XXV Aprile 58, Brescia, dopo l’orario di chiusura, ci sono frutta, brioche e panini.

Prendete quello di cui avete bisogno senza sprecare e senza far casino attorno. Buon appetito!” Questo messaggio su Facebook le ha portato stima e applausi, ma anche qualche critica, di chi crede voglia solo far pubblicità al suo bar.  Alle critiche, Cristina ha risposto col sorriso, fiera del suo altruismo. La sua unica preoccupazione è che i sacchetti, seppur sigillati, non rispettino le norme igienico-sanitarie italiane. Per adesso, però, nessuno l’ha invitata a smettere di aiutare così i senzatetto bresciani.

Cristina barista

Le brioches che avanzano Cristina le mette nei sacchetti per i senzatetto (Foto: Facebook)