polizia

Un’assurda violenza ha avuto luogo a Catania, dove un uomo con precedenti per maltrattamenti in famiglia ha ucciso il padre 80enne. L’uomo, 36 anni, è stato colto quasi in flagranza di reato mentre tentava di occultare il cadavere del padre: è stato visto da alcuni vicini che hanno chiamato la Polizia. Ha poi rischiato di essere linciato per strada.

Catania, 36enne uccide il padre e tenta di nascondere il cadavere

Alberto Italia, 36 anni, secondo le fonti locali, avrebbe avuto pendente un divieto di avvicinamento alla famiglia emesso dal Gip.

Purtroppo non è servito a tenerlo lontano dal padre, Gaetano Italia, 80enne, aggredito e poi ucciso dal figlio. L’anziano è stato brutalmente pestato da Italia, che lo avrebbe poi colpito con un oggetto contundente.

polizia 1

Immagine di repertorio

Il 36enne ha infine ucciso il padre e ha tentato di occultare il cadavere, avvolgendolo in un tappeto e nascondendolo in un mobile a due ante. Italia ha poi portato fuori dall’abitazione della famiglia il mobile e lo ha trasportato nel quartiere San Leone di Catania, dove è stato rinvenuto.

Il presunto omicida aggredito in strada

Il 36enne sarebbe stato colto quasi in flagranza di reato, dopo che i vicini, allarmati dalla confusione e vedendo l’uomo uscire con il mobile, hanno chiamato le forze dell’ordine segnalando il mobile abbandonato.

Alberto Italia è stato aggredito in strada dagli abitanti del quartiere ed è stato tratto in salvo dalla stessa Polizia.

violenza anziano

L’uomo è stato poi arrestato per omicidio e occultamento di cadavere. Degli altri familiari della vittima rimane la moglie, malata di Alzhaimer, e un altro figlio. L’uomo, secondo Il Giornale di Sicilia, si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere, ma continuano le indagini.

Gli inquirenti avrebbero da subito sospettato il 36enne.