Prima la rottura di una tubatura del gas a Murta, in Valpolcevera. Così ieri sono state evacuate 5 case, e a causa della rottura è stato chiesto ai Genovesi di usare il gas solo per cucinare, niente riscaldamento in questi giorni così freddi e difficili sul fronte del maltempo. Il riscaldamento pare resterà chiuso fino a questa mattina.

Nessun pericolo ma niente riscaldamento

Ieri Iren, che gestisce gli impianti, ha inviato una comunicazione chiarendo che non c’è pericolo per nessuno, ma hanno chiesto di usare il gas solo per cucinare. “Non c’è mai stata una situazione di pericolo“, ma “La chiusura degli impianti renderà più semplice il lavoro di ripristino“.

L’allarme è stato lanciato ieri sera e i riscaldamenti rimarranno spenti almeno fino a questa mattina. Intanto, un comunicato da Snam al Secolo XIX chiarisce che la riparazione della conduttura è avvenuta ma che almeno fino alle 9 di questa mattina continueranno le verifiche per controllare la riparazione. Per ora quindi i riscaldamenti restano spenti, almeno fino al via libera di Snam.

Rotta una conduttura del gas: notte al freddo per Genova

Nella serata di ieri sera, comunque, Snam ha chiarito di poter offrire aiuto a chiunque sentisse di averne necessità per la notte: “Consapevole dei disagi per i residenti della zona, la società ha immediatamente preso contatti con il Comune di Genova e le persone coinvolte per manifestare piena disponibilità a offrire supporto e ospitalità per la notte e ogni altro tipo di necessità“.

Il maltempo

Intanto però la situazione meteo migliora sulla Regione. Nell’entroterra le temperature restano basse, la pioggia invece sarebbe alle sue battute finali. Ci sono locali raffiche di vento fino a 80/100 km/h.

Rotta una conduttura del gas: notte al freddo per Genova

Immagine di repertorio