Figlio salva il padre mentre tenta il suicidio e viene colpito con un coltello

Una vicenda terribile che avviene in una casa in via Attio Labeone, nel quartiere Tuscolano a Roma

Un uomo di 84 anni, ieri, in preda probabilmente ad un raptus, ha tentato il suicidio. Il figlio, dopo averlo visto mentre tentava di buttandosi dal balcone, è intervenuto nel tentativo di salvarlo, purtroppo però le cose sono degenerate. Il figlio è stato colpito proprio dal padre con un coltello più volte, l’anziano 84enne è poi deceduto sembra per un infarto. Sul caso adesso indagano gli agenti del commissariato Casilino.

Il raptus e poi la morte

La scorsa notte, intorno alle 3, un uomo di 84 anni è vittima di un raptus suicida. Nella sua casa, in un palazzo in via Attio Labeone, nel quartiere Tuscolano a Roma, tenta il suicidio buttandosi dal balcone di casa. Interviene subito il figlio, nel tentativi di calmare il padre e di impedirgli di cadere dalla finestra. La situazione è persino peggiorata: l’84enne ha colpito il figlio 56enne più volte con un coltello all’addome. Dopo sarebbe crollato a terra, forse colpito da un infarto.

carabinieri1Immagine di repertorio


L’intervento delle Forze dell’Ordine

Immediatamente sono intervenuti carabinieri e operatori del Pronto soccorso. Per l’anziano non c’è stato niente da fare: sembra che sia morto a causa di un arresto cardiocircolatorio provocato dal forte stress. Il figlio invece è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale. Al momento si trova ricoverato al Vannini in gravi condizioni, ma sembra che non sia in pericolo di vita.

ambulanza internaImmagine di repertorio