Panorama di Locana case a un euro

Con le vette del Parco Nazionale del Gran Paradiso in lontananza, Locana è un comune placidamente adagiato in Valle Orco, a un’ora di macchina da Torino. Un piccolo paradiso per i turisti, attratti dalle bellezze naturali, ma non per i suoi abitanti. Da diversi anni Locana affronta il problema che accomuna molte zone alpine e prealpine: lo spopolamento. Se a inizio ‘900 le vie del paese erano popolate da oltre 7mila anime, oggi questo numero è drasticamente sceso a 1500. Pe ogni nascita si contano quattro decessi. Di questo passo, Locana è destinata a diventare un “paese fantasma”? Già si scorgono qua e là le prime avvisaglie, con baite e cottage di montagna abbandonati.


Così, al grido di “Locana non deve morire”, il Sindaco Giovanni Bruno Mattiet ha messo a punto una strategia per salvare il suo amato paese.

Uno scorcio su Locana

Uno scorcio su Locana e il torrente Orco. Fonte: pagina Facebook di Locana

La proposta: case in vendita a 1 euro

Come riporta l’Ansa, Mattiet ha proposto di offrire incredibili agevolazioni a quanti siano disposti a trasferirsi a Locana. Case di montagna e baite abbandonate sono messe in vendita al simbolico prezzo di un euro: unica condizione da rispettare, ristrutturarle entro due anni.

L’offerta è destinata sia a italiani che stranieri desiderosi di vivere in questo angolo alpino e investirvi i propri risparmi. Un’iniziativa che da un lato può attirare nuovi residenti e dall’altro favorire la riqualificazione edilizia del comune.

A scuola a Locana: il problema delle classi vuote

Il nuovo piano va a sommarsi al progetto “Tutti a scuola a Locana”, nato nella primavera 2018: in sostanza, un contributo alle famiglie che vogliono vivere a Locana e con figli in età scolare. Il generoso Comune offre loro 3mila euro all’anno per tre anni, a patto che spostino la residenza in alta quota.

Tre sole condizioni: essere residenti in Italia da almeno cinque anni, iscrivere un figlio alle scuole di infanzia, primaria o secondaria del paese e avere un reddito Isee pari o superiore a 6mila euro. L’attuale calo di bambini fa ipotizzare la chiusura della scuola locale. “Abbiamo registrato una costante diminuzione delle nascite e questo determina una riduzione della popolazione scolastica”, ha dichiarato il primo cittadino. “Così corriamo il rischio di perdere il patrimonio socioculturale costituito dalla presenza delle scuole, con conseguente ulteriore spopolamento“. La buona riuscita dell’iniziativa potrebbe contribuire a mantenere aperti i cancelli dell’istituto.

Bambini a scuola Locana

A Locana ci sono pochi bambini in età scolare

I primi risultati degli incentivi scolastici a Locana

A maggio, l’Amministrazione ha stanziato 30mila euro per avviare “Tutti a scuola a Locana”, sperando di attrarre una decina di nuclei familiari. Per giustificare la spesa, il Sindaco ha affermato che “questa iniziativa (…) costerebbe comunque sempre meno che portare i nostri ragazzi a scuola sino a Pont”, sede della scuola più vicina a Locana. I primi mesi di sperimentazione non hanno dato i risultati sperati: come riporta La Sentinella del Canavese a ottobre, nessuna delle famiglie candidatesi al progetto soddisfa i requisiti.

Stando a quanto affermato da Mattiet, “si tratta di famiglie con un reddito Isee basso, persone che sono alla ricerca di un lavoro. Purtroppo, noi non siamo in grado di procurar loro un posto di lavoro e non possiamo farci carico di ulteriori lavori socialmente utili”.

Le speranze per il futuro di Locana

L’amministrazione rilancia gli incentivi al trasferimento e, tra case “in regalo” e sussidi allo studio, spera di attrarre nuovi residenti. Il fenomeno della fuga dalla città e dai suoi ritmi stressanti è sempre più diffuso, e le agevolazioni proposte potrebbero incoraggiare molti a fare il grande passo e trasferirsi in montagna.

A giocare a favore di Locana sono le bellezze naturali, la tranquillità e le possibilità lavorative in ambito turistico. “Oggi si sta diffondendo il telelavoro”, ha commentato il Sindaco in passato, augurandosi che “qualcuno prenda in considerazione questa opportunità o magari decida di intraprendere un’attività commerciale qui a Locana”.

(Immagine in copertina: F Ceragioli, Wikimedia Commons
Dimensioni originali: 3144 × 1993 pixels, immagine ritagliata)