Alexandra Shaposhnikova, Oleg Myshadaev

Un ragazzo russo di 20 anni, Oleg Myshadaev, si è consegnato alla polizia dopo aver ucciso la fidanzata, Alexandra Shaposhnikova, colpendola con un martello, un coltello ed una stecca da biliardo. Secondo le prime ricostruzioni, il giovane sarebbe stato sotto l’effetto dell’alcool e avrebbe tenuto il corpo della ragazza per 2 giorni nel bagno dell’appartamento in cui vivevano, a Saransk in Russia. La coppia aveva alle spalle altri casi di liti violente: nel 2017, sotto l’effetto della Vodka, Oleg aveva strappato con un morso parte del naso della stessa compagna che, però, lo aveva perdonato.

Colpita con un martello

Secondo quanto riporta il Sun, la polizia avrebbe rilevato profonde ferite alla testa della vittima, compatibili con quelle causate da un martello, un coltello ed una stecca da biliardo rotta, tutti oggetti ritrovati sulla scena del crimine.

Nell’appartamento gli investigatori hanno anche ritrovato 5 bottiglie di Vodka, in grado di spiegare parzialmente la furia con cui la ragazza è stata colpita. Durante l’accaduto sarebbe stata presente anche una terza persona, che non si sarebbe accorta di niente, lasciando l’abitazione la mattina successiva. Oleg avrebbe poi tenuto il cadavere in casa per i 2 giorni successivi, prima di convincersi a chiamare la polizia e a costituirsi.

Alexandra Shaposhnikova, fidanzata di Oleg Myshadaev

Alexandra Shaposhnikova (immagine: east2west news)

Un altro episodio nel 2017

Nel 2017, il ragazzo aveva già picchiato la stessa fidanzata dopo aver bevuto troppo ad una festa: in preda ad un raptus di gelosia le aveva dato un pugno in faccia, mordendole poi il naso e causandole gravi danni permanenti. Alexandra aveva fatto ricorso alla chirurgia plastica, ma i medici avevano descritto i danni come “irreversibili”. In quell’occasione la vittima aveva testimoniato al processo, dicendo di aver perdonato il fidanzato: “Non ho rivendicazioni contro Oleg – aveva dichiarato – chiedo alla Corte di non incarcerarlo”.

Il tribunale lo aveva ritenuto comunque colpevole, condannandolo a 18 mesi di carcere, pena poi sospesa. Alexandra aveva così deciso di rimanere insieme al ragazzo, fino a questo secondo, tragico episodio.

Alexandra Shaposhnikova, fidanzata di Oleg Myshadaev

Alexandra Shaposhnikova (immagine: east2west news)

Immagine in alto: east2west news