Sanremo non è solamente lustrini, paillettes, polemiche e “canzonette”. All’ombra della cittadina ligure si consumano anche drammi sociali e, alcuni di questi, hanno dei risvolti inaspettati che ribaltano completamente la prospettiva alla storia. I carabinieri di Sanremo, infatti, hanno scoperto qualcosa di incredibile nella borsa di un’anziana clochard sorpresa a rubare al supermercato. Una storia incredibile, lunga dieci anni, che sembra provenire direttamente dalla sceneggiatura di un film di spionaggio.  Ma ricostruiamo la nebulosa vicenda…

L’estratto conto sorprendente

Lei è una senzatetto anziana di 79 anni, la stessa che i Carabinieri di Sanremo hanno arrestato per una condanna (passata in giudicato di un mese di carcere) per il furto di generi alimentari in un supermercato.

Una storia, all’apparenza, che lascia quindi l’amaro in bocca e che vede protagonista una donna priva di ogni bene costretta a rubare per non morire di fame. Poi la sorpresa, gli agenti ritrovano nella borsa della donna l’estratto conto e trovano una cifra a cinque zeri: 400000 euro.

carabinieri

Immagine di repertorio

Il mistero della clochard senza nome

La notizia viene riportata da La Stampa che prova a delineare un identikit sommario della donna.

La clochard, 79 anni, origini piemontesi, viene definita una “giramondo” che vive di espedienti e mette insieme il pranzo e la cena alla mensa della Caritas. Il furto al supermercato è, relativamente esiguo, “appena” 50 euro di spesa. Troppo pochi se paragonati al patrimonio di centinaia di migliaia di euro accumulato.  Il furto è avvenuto nel 2008 nella provincia di Imperia, l’arresto è invece scattato oltre dieci anni dopo, quando la senzatetto è stata rintracciata dai Carabinieri in quel di Taggia. La donna, con l’accusa di furto aggravato, dovrà scontare un mese di reclusione presso il carcere di Genova Pontedecimo, ma tutti si interrogano sui motivi che hanno spinto la donna a compiere tale gesto.

Domande che non trovano risposte

spesa