termometro freddo


Le temperature e il clima primaverile di questi ultimi giorni, dovuti ad un vasto campo di alta pressione sull’Europa centro occidentale, sono destinati a cambiare. Infatti, secondo gli ultimi modelli meteo, la situazione meteorologica cambierà già da venerdì 22 febbraio. Un flusso di correnti fredde, provenienti dalla Russia, invaderà l’Europa centro orientale e anche buona parte dell’Italia, in particolare causando un calo delle temperature al Sud, sull’area adriatica e sull’Appennino.

vento

Venerdì: addio all'anticiclone e calo delle temperature

Già da venerdì 22 febbraio le temperature cominceranno a scendere. Una massa d’aria fredda in arrivo dalla Russia arriverà prima sull’Italia orientale. Dal pomeriggio di venerdì i venti di Bora soffieranno man mano più forti, con raffiche fino a 80-100 km/h e porteranno possibili mareggiate sulle coste adriatiche centrali e meridionali e, nel corso della notte, anche su Sicilia settentrionale, Calabria ionica e isole Eolie.

freddo neve

Sabato e domenica ritorna l'inverno

Per la giornata di sabato 23 febbraio è previsto un brusco calo termico, anche di 10°- 15°C in poche ore, a partire dalle zone adriatiche e successivamente al resto del meridione. Venti forti e gelidi faranno peggiorare ulteriormente il meteo sull’area centro meridionale adriatica. Si prevedono pioggia e neve fino a quote pianeggianti su Abruzzo, Molise, Puglia centro settentrionale e sulle aree interne della Basilicata. Su Calabria e Sicilia centro orientale sono previsti rovesci con nevicate a bassa quota. Tempo migliore su Nord Italia e resto del Centro dove, tuttavia, caleranno le temperature, specialmente nelle ore notturne, e aumenteranno i venti freddi.

Per domenica 24 febbraio si prospetta ancora una residua instabilità fra la Calabria e la Sicilia ionica con residui fenomeni nevosi anche a bassa quota. Il tempo migliorerà nel corso della giornata sul resto del Sud e, in serata, sulle restanti regioni del meridione. Continueranno invece e a soffiare i venti di Bora e Tramontana su tutta l’Italia con conseguenti temperature più rigide rispetto a questi ultimi giorni.