Marella Agnelli

Foto di Graziano Villa

È scomparsa all’età di 92 anni Marella Agnelli, vedova di Gianni Agnelli, l’Avvocato. Da lungo tempo malata, è di questa mattina la notizia della morte. I funerali si svolgeranno in forma strettamente privata a Villar Perosa, nella cui cappella di famiglia riposano il figlio Edoardo Agnelli, scomparso negli anni 2000, e il marito Gianni.

Addio a Marella Agnelli, scomparsa a 92 anni

La signora Agnelli è stata una designer italiana e fotografa di successo, prima e dopo aver sposato Gianni Agnelli, patron della Fiat. Madre di Margherita ed Edoardo Agnelli, è stata una figura di spicco della famiglia, punto di riferimento nei momenti più difficili.

Nata a Firenze nel 1927, Marella Caracciolo di Castagneto è la figlia di un nobile napoletano e diplomatico, Filippo, mentre la madre, Margaret Clarke, è originaria dell’Illinois.

famiglia Agnelli

Gianni e Marella Agnelli con i figli Edoardo e Margherita e i nipoti a Villar Perosa

La giovane Marella viaggia in Europa al seguito dei genitori, consegue il diploma in Svizzera e continua gli studi all’Académie des Beaux-Arts e all’Académie Julian di Parigi. Ha lavorato come assistente del fotografo di moda Erwin Blumenfeld a New York, per poi lavorare come fotografa e redattrice per Condé Nast quando torna in Italia.

Il matrimonio con Gianni Agnelli

Nel 1953 sposa nel castello di Osthoffen, a Strasburgo, Gianni Agnelli, con il quale ha due figli, Edoardo e Margherita. Marella Agnelli continua a coltivare la grande passione per l’arte, mondo dal quale ha ricevuto molto riconoscimento. Anche il padre della pop art, Andy Warhol, ha ritratto Gianni e Marella per una serie delle sue serigrafie. Nel 1977 vince il Product Design Award of the Resources Council Inc. per il suo lavoro di designer.

marella agnelli

Marella Agnelli era membro dei consigli di alcuni dei più importanti musei al mondo, dalla Tate di Londra al MOMA di New York, e la sua collezione d’arte è una delle più rinomate.

Poco prima della morte di Gianni Agnelli, la preziosa collezione che conta alcuni pezzi dei maestri di ogni epoca, da Canaletto a Modigliani, è stata donata alla Fondazione Giovanni e Marella Agnelli ed esposta a Torino.