Iolanda, uccisa a 10 anni dal tumore, per lei non ci saranno funerali

Una decisione difficile e senza dubbio dettata dall’immenso dolore che può provare una mamma che ha visto sua figlia stroncata dalle sofferenze. La tragedia è accaduta a Padova e Nike, la mamma di Iolanda Deda, non ci sta a celebrare i funerali della sua bimba, uccisa a 10 anni da un cancro alla testa che ha spazzato via la sua vita in meno di un anno. La bambina è deceduta mercoledì, su un lettino d’ospedale nel reparto di Oncoematologia pediatrica.

La scoperta terribile

Nike ha scoperto che sua figlia aveva un cancro alla testa a marzo dell’anno scorso. La bambina aveva dapprima accusato un torcicollo, poi i sintomi di quello che si è rivelato un cancro alla testa molto aggressivo sono lentamente emersi.

Iolanda Deda stroncata da un tumore al cervello a 10 anni: niente funerali

Immagine di repertorio. Foto: Blogo

Lei stessa ha raccontato la scoperta della malattia gravissima della sua bambina a Il Mattino di Padova: “Nel giro di un paio di giorni ha cominciato ad avere fastidio all’occhio sinistro, a non mettere bene a fuoco e ad avere perdite di equilibrio. Il giorno della festa del papà ha avuto una crisi improvvisa a scuola. Sono andata a prenderla immediatamente e l’ho portata al Pronto soccorso“. I medici le hanno subito diagnosticato un tumore molto aggressivo alla testa che non le lasciava molto tempo da vivere: “Sono morta dentro, non volevo crederci e fino all’ultimo ho sperato nel miracolo“.

La morte della piccola Iolanda Deda

Purtroppo, nonostante la bimba rispondesse bene alle cure, tanto che la massa del suo tumore si era ridotta, le condizioni di salute della piccola Iolanda Deda sono precipitate. Il giorno di Natale, la mamma Nike racconta che la bambina ha avuto un crollo e da lì è iniziato il calvario che l’ha portata alla morte: “Aveva perso l’uso della voce e delle gambe, non riusciva più a mangiare, a bere, era gonfia per il cortisone: da quel momento è iniziato un periodo di sofferenza estrema“.

Nike ha altri due figli e a loro ha detto di pensare a Iolanda come ad un angelo: “Agli altri miei due figli, la sorellina di 8 anni e il fratello di 16, dico che adesso Iolanda è diventata un angelo e li guarda sempre. Ora devo pensare a loro ma metà del mio cuore rimarrà sempre lassù, dove c’è Iolanda“.

Iolanda Deda stroncata da un tumore al cervello a 10 anni: niente funerali

Immagine di repertorio

La decisione sui funerali

Nike ha deciso che per sua figlia Iolanda non ci saranno funerali. La ragione della sua scelta è che ha visto sua figlia soffrire troppo. Quello che ha vissuto Iolanda Deda è stato un vero calvario rispetto al quale la morte è apparsa quasi come un sollievo dalle sofferenze atroci che ha provato.

Sua mamma devastata dal dolore ha detto: “L’unica cosa che mi consola è che ha smesso di soffrire. Non auguro a nessuna mamma di vedere la propria bambina gridare dai dolori lancinanti“. Nike ha motivato la sua decisione di non fare i funerali a sua figlia con queste parole: “Non lo facciamo il funerale, non ci credo più. Ho visto mia figlia soffrire troppo“. Dopo quel maledetto 25 dicembre, Nike non si è mai staccata dal capezzale di sua figlia, al punto che non ha avuto neanche il tempo di togliere da casa sua gli addobbi natalizi, come ha raccontato Il Mattino.

Credits immagine social e in evidenza: Il Mattino di Padova