Il tatuaggio sulla schiena: "Benjamin"

Colombia una storia quasi incredibile quella di Pedro Pablo Santo Domingo, 22enne da poco diventato padre che, per la felicità si era fatto tatuare sulla schiena il nome del figlio appena nato, Benjamin. A distanza di qualche giorno, però, la scioccante scoperta: quel bambino non era affatto suo, ma era il frutto di una relazione clandestina tra la sua fidanzata e l’ex compagno di lei. La notizia è stata raccolta dal periodico La Opinión ed è subito diventata virale, tanto in Sud America come nel resto del mondo.

Si tatua il nome del figlio poi scopre che non è suo

Il 22enne, circa un mese dopo il tatuaggio, sbirciando sul cellulare della fidanzata, aveva trovato una conversazione Whatsapp dai risvolti assolutamente inattesi.

La donna, scrivendo al suo ex, gli confessava il desiderio di tornare assieme a lui e, come se non bastasse, gli rivelava che era lui il vero padre di Benjamin. Raggelato e incredulo, Pedro Pablo aveva subito preteso – e ottenuto – un test del DNA tra sé e il bebè, il cui esito ha confermato che non era lui il padre biologico del piccolo. In un istante, la  gioia più grande si era tramutata nella più crudele e beffarda delle sorprese, lasciando Pedro Pablo doppiamente ferito: oltre all’inganno, egli recava impresso sulla pelle il marchio indelebile di quel tradimento.

Telefono cellulare

Scopre che il bambino non è suo da una conversazione Whatsapp. Immagine di repertorio

La violenta reazione

Sconvolto per la scoperta, e alterato dall’alcool, il giovane ha aggredito fisicamente la compagna, arrivando persino a colpirla a più riprese con un grosso palo. Allertati dalle urla della ragazza, i vicini non hanno tardato ad avvisare le forze dell’ordine, il cui tempestivo intervento ha impedito che la situazione avesse un finale peggiore. Posto agli arresti, Pedro Pablo è stato però rilasciato poche ore più tardi, dopo aver raccontato agli agenti l’intera vicenda.

Non solo: quale mossa preventiva da parte delle autorità, è stato affidato a un team di psicologi. L’intento è che questo supporto possa aiutarlo a superare un simile trauma e impedire che commetta qualche gesto estremo.

l'uomo ha picchiato l'ex compagna

La sua reazione alla scoperta è violentissima