bennati-carabinieri

La vittima è un uomo di 63 anni, italiano: ucciso quest’oggi di fronte il centro commerciale Il Gigante, a Rozzano ai confini della periferia di Milano. Un delitto che non è un episodio isolato nella zona, è il secondo oggi. Il primo caso riguarda un imprenditore edile, contro cui sono stati esplosi alcuni colpi di pistola, come nel caso del 63enne.

Sull’omicidio indagano i Carabinieri della Compagnia di Corsico, guidati da Pasquale Puca. Le forze dell’ordine tanno ricostruendo i fatti, cercando anche di individuare eventuali collegamenti tra le due uccisioni.

L’omicidio a sangue freddo

L’uomo, il cui nome è Antonio Crisanti, originario di Napoli, è stato ammazzato nel tardo pomeriggio, intorno alle 18.00. Raggiunto da 2 killer a bordo di uno scooter, è stato abbattuto da 4 colpi di arma da fuoco, 2 all’addome, uno alla spalla, e uno al collo. La vittima è morta sul posto, poco dopo.  Sul posto sono intervenuti i paramedici del pronto soccorso, ma giunti sul luogo era già troppo tardi, non hanno potuto fare a meno di costatarne la morte.

omicidio-daniele-bennati

Fonte foto: Daniele Bennati

I militari stanno cercando di ricostruire le dinamiche e i vari passaggi di questo omicidio a sangue freddo, avvenuto nei pressi del centro commerciale in viale Lazio. Da una prima analisi pare proprio che si sia tratta di un’esecuzione in piena regola. Gli inquirenti a riguardo hanno interrogato i diversi testimoni che hanno sentito distintamente le esplosioni della pistola.

Il caso di Basiglio

Questa mattina, invece, un imprenditore edile, Giuseppe Giuliano è stato assassinato con una pistola, davanti al suo cantiere. La vittima ha più o meno la stessa età di Crisanti, 64 anni.

Probabilmente Giuliano è stato pedinato, mentre al bordo del suo furgoncino Fiat Doblò è arrivato al cantiere. Sceso dal veicolo, gli è stata puntata contro una pistola ed è stato aperto il fuoco. L’arma, seppur di piccolo taglio, ha raggiunto spalla, collo e testa di Giuliano. L’uomo è stato trasportato in ospedale e morto poco dopo il suo arrivo al pronto soccorso.