Nanni Moretti: "Interpretare Salvini sarebbe al di sopra delle mie forze"

Nanni Moretti ha le idee molto chiare: niente Matteo Salvini nei suoi film. Così il regista dei famosi Caro diario, Habemus Papam La stanza del figlio risponde al quotidiano francese Le Monde durante un’intervista, svoltasi in occasione del suo ultimo film-documentario Santiago, Italia. La possibilità di vedere al cinema il Ministro dell’Interno interpretato e adattato da Moretti viene negata categoricamente: “No, no, no e no. Sarebbe al di sopra delle mie forze“.

La sfida de Il Caimano

Eppure, nel 2006 il regista si era cimentato con un’altra celebre figura della politica italiana: quella di Silvio Berlusconi, nel film Il Caimano.

Tuttavia, stando alle parole di Moretti, già allora la prova era stata dura: “È stato già difficile farlo per Berlusconi. Fu una decisione dell’ultimo minuto, una sorta di sfida e di amore per il rischio, un doppio salto“. L’esperienza, insomma, gli è bastata e non sembra aver intenzione di replicarla.

Locandina Il Caimano Nanni Moretti

La locandina del fil Il Caimano

Immigrazione e governo

Nanni Moretti prosegue rincarando la dose e lasciandosi andare a qualche commento puramente politico: “Temo che molti italiani siano ipnotizzati dall’immigrazione. È una paura che gli è stata pazientemente instillata dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini“.

Tra i due, d’altronde, non scorre buon sangue: Moretti non ha mai nascosto la sua disapprovazione nei confronti della linea politica di Salvini, mentre Salvini a sua volta lo ha definito un “regista radical-chic“.

Nel seguito dell’intervista, ulteriori parole dure sono in serbo per il governo: “Questa gente che ha preso il potere in Italia si ritiene al di sopra delle leggi. Hanno dichiarato guerra alla magistratura. Hanno inoltre poca familiarità con la grammatica istituzionale e ogni individuo munito della minima competenza gli pare naturalmente sospetto.

In questo senso c’è una continuità diretta con Berlusconi“.

Una continuità che, a quanto pare, Moretti cerca di spezzare almeno a livello cinematografico.

Nanni Moretti: "Interpretare Salvini sarebbe al di sopra delle mie forze"

Nanni Moretti. Foto: Ansa