fede-emilio

Dopo un lungo periodo d’assenza Emilio Fede è ha rifatto la sua apparizione in tv. L’ex direttore del Tg 4 è stato ospite di Enrico Lucci su Rai 2 al programma Lucci incontra Funari.

L’aspetto di Fede ha da subito riacceso un vecchio quesito: Emilio si è forse concesso qualche ritocchino di troppo? I suoi zigomi appaiono gonfi, la faccia lucida, le labbra più grosse. Non è la prima volta che qualcuno sottolinea la possibilità che Fede abbia ceduto alla tentazione di interventi estetici. Ed anche in quest’occasione il web si scatena sui social, commentando. Lui però smentisce tutto: “Non mi sono rifatto niente“.

In radio, poi, Emilio Fede ha anche raccontato gli ultimi sviluppi del processo che lo vede coinvolto nella questione Bunga Bunga.

Fede come la Grüber

Il programma di Lucci dedicato al mitico conduttore scomparso non raccoglie molti consensi e su Rai 2 si ferma al solo 2,5% di share. Tuttavia a colpire l’attenzione dei telespettatori è l’aspetto dell’ospite di lunedì, Emilio Fede. I commenti sui social a riguardo sono numerosi. Uno degli utenti addirittura lo paragona a Lilli Grüber.

 

Successivamente, ospite a I Lunatici di Radio2, Fede vuole spiegare. “Ogni volta che torno in televisione si scatena un casino.

Non mi sono rifatto niente, curo la mia persona, ho un dentista famoso che mi cura la bocca, ho i miei denti, non mi sono mai rifatto in nessuna maniera” mette in chiaro l’ex direttore di Tg4. “Anche Berlusconi mi ha detto che mi vede senza rughe, ma io non ho fatto nulla. Il segreto della mia giovinezza è saper amare, saper perdonare e saper volere bene alle persone che ti sono rimaste vicine per la vita. Io dovrò per sempre affetto e rispetto a mia moglie perché è stata capace di superare momenti difficili per colpa mia e non ha mai cessato di volermi bene.

La mia adorata Diana. Finché ci sarà lei io andrò avanti“.

Il processo

Alla radio, il giornalista televisivo non sfugge alle domande sull’aggiornamento del processo sulle ragazze Bunga Bunga.

emilio-fede

Emilio Fede ospite di Enrico Lucci. Fonte foto Nonleggerlo

Fede risponde con tranquillità a riguardo, illustrando gli ultimi sviluppi. “È arrivata nei giorni scorsi l’assoluzione per me al processo d’appello per diffamazione a Fadil. Io questa ragazza ho cercato di aiutarla, era una persona disperata, veniva dal mondo della droga, poi si è messa in testa che voleva essere pagata altrimenti avrebbe raccontato al mondo dell’informazione non si sa bene cosa“.

Poi aggiunge: “Non mi vanto di questo, non sono come gli imbecilli che si vantano quando altri sono nei guai. Fadil è una povera figlia, la mamma sta male. Mi ha spaccato l’anima, ma la vita va avanti. Di quel periodo ricordo con affetto diverse ragazze, con me c’era un rapporto di confidenza, non morbosità, io sono stato assolto da tutte le accuse che mi hanno mosso“. Infine ha concluso: “Bisogna essere più rispettosi della presunzione“.