donna trovata morta in casa napoletano_ uccisa

Una donna di 33 anni è stata trovata priva di vita in casa sua a Melito di Napoli. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri, dopo una segnalazione degli spari in via Papa Giovanni XXIII. Il marito si è costituito poco dopo.

Uccisa in casa a Napoli

La segnalazione è arrivata al 112 questa mattina; qualcuno ha detto di aver udito degli spari nelle vicinanze di via Papa Giovanni XXIII a Melito di Napoli. Sul posto i carabinieri hanno trovato una donna, Norina Matuozzo, priva di vita nel suo appartamento al 5° piano di una palazzina. La vittima aveva due figli, di 14 e 7 anni, e a ucciderla sarebbe stato il marito che si è costituito poco dopo.

L’uomo, con dei precedenti penali, si è presentato nella Questura di Napoli insieme al suo avvocato. Avrebbe ucciso la moglie con almeno tre colpi di pistola, risultati fatali.

La vittima è stata trovata priva di vita in casa sua

La vittima è stata trovata priva di vita in casa sua

Il femminicidio probabilmente per “motivi passionali”

Sono ancora in corso le indagini per appurare le dinamiche della morte della donna. Secondo le prime indiscrezione si sarebbe trattato di “motivi passionali”, una tragica storia come purtroppo ce ne sono molte, troppe, nel nostro Paese. Il fatto è avvenuto nell’hinterland napoletano, in un complesso di case popolari vicino nel quartiere adiacente a Scampia.

Una periferia dilaniata dagli affari della camorra, che a Melito controlla un intenso traffico di stupefacenti. Una cornice di disagio di cui le prime vittime sono spesso le donne, anche le più piccole, come ricorda la vicenda della 13enne stuprata nel 2016. Nonostante le evidenze delle violenze subite, la comunità ha voltato le spalle all’adolescente, schierandosi dalla parte dei suoi aguzzini.