turisti italiani uccisi in Thailandia

Una coppia di turisti italiani ha perso drammaticamente la vita durante una vacanza in Thailandia. Secondo quanto riportato da alcuni mass media pugliesi, tra cui Lecceprima e Brindisireport, le vittime sarebbero il 41enne Giuliano De Santis, imprenditore e gestore di un bed and Breakfast, originario di Lecce, e la 37enne Ilaria Rizzo, psicologa e psicoterapeuta di Brindisi.

I due turisti italiani sono stati travolti e schiacciati dalla vettura

I due fidanzati stavano trascorrendo un periodo di vacanza nel paese asiatico e, data la piacevole stagione e le bellezze del luogo, avevano deciso di prolungare il soggiorno di 10 giorni.

Tuttavia, nel pomeriggio di giovedì 28 febbraio, la coppia di turisti italiani stava percorrendo, a bordo di uno scooter, la Pak Nam Road, una strada provinciale di Chumphon, che si trova nel Sud della Thailandia.

Dopo aver dato la precedenza a un incrocio, è avvenuto l’incidente. Ilaria Rizzo e Giuliano De Santis sono stati travolti da un’autocisterna, che si è ribaltata mentre percorreva una curva, probabilmente, ad alta velocità. Per entrambi non c’è stato nulla da fare e a niente sono serviti i soccorsi, in quanto sono stati schiacciati dalla vettura, morendo sul colpo.

Le immagini drammatiche

Le dinamiche della terribile vicenda sono apparse chiare fin da subito. Una videocamera di sorveglianza, presente sul luogo per una questione di controllo della viabilità, ha ripreso in modo esplicito quel che è successo. Pertanto, non vi è alcun dubbio in riferimento alla ricostruzione della tragedia. In aggiunta, alcuni quotidiani riportano che il fatto sia avvenuto davanti agli occhi di una coppia di amici, che si trovava in vacanza insieme a loro.

In questi giorni, le bacheche dei profili Facebook dei due ragazzi si stanno riempiendo di commenti e messaggi da parte di amici, conoscenti ed estranei, che vogliono ricordare la coppia e porgere le proprie condoglianze.

Nel frattempo, i familiari delle vittime attendono che le salme possano rientrare in Italia.

La videocamera di sorveglianza ha ripreso la tragedia.