Ci troviamo ad Aitkin, in Minnesota, presso il Riverwood Healthcare Centerin, dove il medico Erik Bostrom ha avuto l’idea di celebrare la venuta al mondo dei neonati confezionando per loro copertine personalizzate con le sue mani.

L’idea del dottor Erik Bostron

Quando il dottor Bostrom entrò a far parte del nuovo team ospedaliero cercava un modo per farsi conoscere dai nuovi pazienti. Così, dopo il suggerimento di un’infermiera, decise di cimentarsi nell’ arte del cucito, un ambito completamente nuovo per lui, con l’intento di realizzare copertine personalizzate con nome, data di nascita, peso e altezza del nascituro.


Con pazienza e dedizione (insieme all’ aiuto della madre e di molti tutorial Youtube) Erik Bostrom ha appreso abilmente l’arte del cucire a macchina. Ad oggi il medico ha appreso anche il ricamo e ha dedicato un’intera stanza della sua casa a quest’attività. Il dottor Bostrom ha dichiarato di impiegare circa 3 ore per la produzione di ogni copertina che verrà destinata al nuovo piccolo.

Un piccolo gesto di grande valore

Ad oggi si può dire che l’attività del dottor Bostrom sia una tradizione ormai consolidata al Riverwood Healthcare Centerin, un segno distintivo del dottore molto apprezzato da tutti i suoi pazienti.

È una bellissima coperta. È qualcosa che lei amerà per tutta la sua vita. Oltre al duro lavoro che svolge, impiega anche il suo tempo libero per coccolare i suoi pazienti. È meraviglioso”  ha detto Lacie Hietalati (riportano le fonti), paziente del dottor Bostrom e mamma della piccola Reese Marie. Un piccolo gesto di grande valore, che rende la permanenza in ospedale più umana e meno stressante per i neo-genitori, che si sentono coccolati dal loro medico.

Questo gesto è diventato pian piano un tratto distintivo del medico, tanto che sempre più persone decidono di programmare il parto in questa struttura proprio per ricevere le particolari cure di Erik.

Un piccolo gesto, che mostra come l’umanità non sia solo appendice, ma parte integrante e determinante della professionalità di un medico.

(immagine in alto: fonte Facebook/Madame Sew)