Prescrive gli ormoni al posto del contraccettivo: dovrà mantenere il bimbo

Il Tribunale di Milano ha espresso la sua sentenza. Un ginecologo è stato condannato in seguito ad un errore incredibilmente grave e paradossale: aver prescritto una terapia ormonale al posto di un cerotto anticoncezionale, provocando così la gravidanza in una donna. Ma in cosa consiste la condanna? Ebbene, il medico dovrà sborsare molti quattrini: il bambino nato sarà mantenuto da lui, fino al compimento dei 20 anni di età.

Al posto del cerotto, riceve degli ormoni

Siamo a Milano e la storia da raccontare è alquanto bizzarra. Nel 2009, una coppia si rivolge ad un ginecologo, chiedendogli consiglio per un metodo contraccettivo sicuro.

E il dottore gliene trova uno: prescrive alla coppia il cerotto. Un anticoncezionale efficace e senza controindicazioni, a suo dire. E avrebbe anche ragione, se solo il cerotto prescritto fosse davvero un cerotto anticoncezionale. Peccato che non lo sia: infatti è una terapia ormonale, somministrata solitamente alle donne in menopausa. L’effetto di tale terapia ormonale è opposto a quello di qualunque anticoncezionale… e il risultato è quello di un bambino in arrivo. La donna, infatti, poco tempo dopo comincia a presentare i primi sintomi di una gravidanza: nausea, aumento di peso e svenimenti.

donna incinta

*immagine di repertorio

La condanna esemplare: manterrà il bambino

La coppia accetta con felicità l’arrivo del bimbo, tuttavia i due partner avrebbero sicuramente preferito diventare genitori in un altro momento: un momento stabilito da loro e non dall’errore grossolano di un medico. Per questo motivo, decidono di denunciare il medico. Il processo dura diversi anni, ma finalmente arriva la sentenza dei giudici della Cassazione: il medico è condannato. Il figlio della coppia attualmente ha 9 anni, ma sarà proprio l’incauto ginecologo a mantenerlo fino al compimento dei 20 anni.

Complessivamente, la somma ammonta a 116mila e 237 euro. Si sa che ognuno paga per i propri errori: quel che è certo è che lui la pagherà davvero cara.

Prescrive gli ormoni al posto del contraccettivo: dovrà mantenere il bimbo

Il Tribunale di Milano