Elisa, malata di leucemia

La campagna social Salviamo Elisa era diventata famosissima lo scorso anno, quando dopo anni di ricovero all’Ospedale Bambin Gesù di Roma, la sua famiglia aveva lanciato numerosi appelli per avere un donatore di midollo compatibile che potesse aiutare Elisa a vincere la sua battaglia contro la leucemia. Il trapianto tanto desiderato era infine arrivato, facendo sperare a tutti che le cose stessero per andare meglio, proprio oggi però arriva la brutta notizia.

Il trapianto non ha funzionato

Sono parole che non avrei mai voluto scrivere…Ma mi sento in dovere per rispetto alle migliaia di persone che ci seguono e che costantemente ci scrivono e ci aiutano ormai da 2 anni di non poter piu’stare in silenzio…Dopo 2 anni di sofferenze,di speranze,illusioni ,mille difficolta’ e rare piccole gioie ,quando sembrava illuminarsi la strada in fondo al tunnel,quando si riaccendeva un concreto barlume di speranza…Tutto finito…tutto spazzato via“, comincia così il messaggio su Facebook postato qualche ora fa e annuncia che purtroppo per Elisa le cose si fanno di nuovo difficili.

La tanto temuta leucemia e’ritornata a riprendersi il corpicino minuto di soli 12 chili della piccola ElisaIl trapianto non ha tenuto purtroppo non e’riuscito…Era stato fatto il 19 gennaio 2018…Nell’ottobre 2017 era scattata una vera e propria campagna di sensibilizzazione in tutta Italia e non solo pur di trovare un donatore di midollo osseo piu’compatibile possibile per Elisa“, spiega.

Elisa, quindi, deve ricominciare la sua lotta.

Tutti gli articoli sulla storia di Elisa

Il post di Facebook pubblicato nelle scorse ore per aggiornare sulla sua situazione
Il post di Facebook pubblicato nelle scorse ore per aggiornare sulla situazione di Elisa

La vita di Elisa

Elisa è piccola e la sua vita è ora di nuovo più complicata che mai: “In 4 anni e mezzo di vita (se cosi si puo’ chiamare) Elisa ha solo vaghi ricordi del mondo esterno…si ricorda di una volta che l’ho portata in montagna e si divertiva a dare da mangiare alle caprette oppure che era andata a giocare sul dondolo o sullo scivolo….Ogni tanto mi domanda se andiamo a casa…poi si ferma mi vede pensieroso sorride e mi dice…dai papa’ dai che giochiamo…Questo ormai e’ il suo mondo.Non ha ancora capito cosa le sta aspettando…Io e la mia compagna stiamo letteralmente tremando siamo distrutti“.

Ora bisogna ricominciare tutto dall’inizio, la sua famiglia lotta ancora con fiducia e ricorda a tutti l’importanza di donare.

La piccola Elisa ancora in pericolo: trapianto fallito
Una delle foto di Elisa dall’ospedale dove si trova ricoverata pubblicata sulla sua pagina Facebook