agguato in strada a palermo


Palermo, è accaduto tutto in pochi attimi, padre e figlio sono stati raggiunti da colpi d’arma da fuoco ai quali non sono sopravvissuti. Si sarebbe trattato di un agguato in piena regola, le cause però sono ancora sconosciute, come anche l'identità di chi ha sparato.

Palermo: agguato in strada a padre e figlio

Si tratta di Antonino Lupo, 53 anni e suo figlio Giacomo di soli 18. Sono loro le vittime di un agguato avvenuto poco fa a Palermo, in via Rocky Marciano, quartiere Zen della città. Padre e figlio si trovavano non molto distanti dalla loro abitazione quando sono stati raggiunti da colpi d’arma da fuoco. Secondo le prime ricostruzioni si è trattata di una vera e propria imboscata.

La sparatoria è avvenuta nel quartiere Zen di Palermo. Credits: ANSA

Padre e figlio non ce l’hanno fatta

A nulla sono valsi i soccorsi, padre e figlio sono stati trasportati d’urgenza presso l’ospedale Villa Sofia dove, poco dopo l’arrivo, sono deceduti. Al momento sul caso sta indagando la polizia.

Padre e figlio sono morti a seguito di un agguato nei pressi della loro abitazione a Palermo

Antonino Lupo aveva diversi precedenti penali per droga, mentre il figlio risulta incensurato. In un primo momento, la notizia della morte del giovane è stata smentita dalla sorella che su Facebook ha scritto che il fratello si trovava in sala operatoria. Circa un’ora fa la conferma, anche Giacomo non ce l’ha fatta.

L’indagine della polizia

Secondo quanto ricostruito fino ad ora, prima degli spari si sarebbe udito una lite. Questa sarebbe la pista primaria sulla quale stanno indagando gli inquirenti. Sui corpi delle vittime è stata disposta l’autopsia.