Francesco Cali, sullo sfondo Staten Island

È stato ucciso a New York Francesco ‘Frank’ Cali, ritenuto il boss della famiglia Gambino. Aveva 53 anni ed è stato ucciso ieri sera durante un agguato. Il presunto boss si trovava di fronte alla sua residenza. L’omicidio non può passare inosservato dato che si ritiene sia il più importante da più di 30 anni nell’ambiente.

L’omicidio del presunto boss

L’omicidio è stato compiuto da un uomo che ha sparato almeno 6 colpi per poi salire a bordo di un camioncino blu. Erano circa le 21:00, ora locale. Nel cominciare la sua fuga è passato sopra al corpo del boss Gambino mentre era a terra.

Il racconto è stato fatto da alcuni testimoni alla polizia, giunta sul posto dopo l’omicidio. Pare che alcuni membri della sua famiglia siano usciti dalla residenza e abbiano raggiunto la strada vegliando il corpo e piangendo. Dell’uomo fuggito a bordo di un camioncino blu Hilltop Terrace non si sa nulla e la polizia non ha per ora eseguito alcun arresto. Il presunto boss è morto all’ospedale universitario di Staten Island, dove è stato portato subito dopo la sparatoria.

 Francesco 'Frank' Cali, primo piano
Francesco ‘Frank’ Cali. Foto: Ansa

Omicidio di mafia

Per i media questo è il primo grande omicidio di stampo mafioso da più di 30 anni a New York.

L’ultimo risale al 1985. Cal era da tempo membro del comitato direttivo della famiglia Gambino, nel 2015 avrebbe preso in mano il clan, diventandone il capo, prendendo il posto del suo predecessore Domenico Cefalù. La moglie di Cali è la nipote del boss italoamericano Giovanni ‘John’ Gambino. Entrambi quindi sono molto legati alla mafia siciliana.

Le immagini della scena in diretta della NBC
Le immagini in diretta della NBC mandate in onda ieri