klaus-davi

Il famoso giornalista e opinionista svizzero naturalizzato italiano ha aperto il suo cuore. Klaus Davi è legato un carabiniere calabrese da qualche tempo. I due si vedono di rado, circa 2 volte al mese, ma la loro storia sembra porsi su basi solide.

È lo stesso Davi che ha raccontato nel dettaglio la magia che sta vivendo con il suo nuovo compagno e le cose sembrano serie al punto che sta maturando l’idea di comprare casa in Calabria. Tuttavia confessa, non è intenzionato a procedere con calma. A questa relazione ci tiene in particolar modo, tuttavia ammette di non essere molto portato per le relazioni di coppia.

Due mondi distanti

Klaus e il suo carabiniere hanno scoperto un enorme feeling, come lui ha raccontato al sito La Riviera. “Sono legato, diciamo così, da una amicizia affettuosa a un carabiniere di Gioia Tauro“.

davi-klaus
Klaus Davi ha un nuovo legame

Tuttavia la storia è messa a dura prova non solo dalle distanze geografiche, ma anche da quelle dettate dalla loro quotidianità. “Lui fa un lavoro molto delicato ed è il contrario di me. Io vivo di comunicazione e lui non può mai esporsi, per nessun motivo, rischierebbe la vita. Ci vediamo un paio di volte al mese“. Non mancano i progetti a lunga scadenza.

Ci sono meravigliosi ristoranti in Calabria e li abbiamo girati tutti. Ti dirò di più: non escludo di comperare casa in quelle zone“.

Una storia seria

Klaus Davi non ribadisce di non essere particolarmente predisposto alle relazioni. Il fatto che il rapporto persista nonostante i 1000 chilometri di distanza è già un presupposto perché la storia sia definita seria.

klaus-davi
L’opinionista Kaus Davi

Insomma l’opinionista è pronto a scommettere sul suo carabiniere e sui loro sentimenti. “Andiamoci piano. Non sono fatto per la vita di coppia ed è il motivo per il quale da ragazzo (allora corteggiavo ancora le mie coetanee) non mi sono sposato.

Ho 53 anni ma non credo che cambierò ora. Però qualcosa a distanza si può fare. È vero sono 1000 chilometri di distanza, non pochi, ma io giro sempre, quindi non è poi così difficile ritrovarsi“.