Foto di scontri tra Curdi e Isis

Un italiano che combatteva insieme ai curdi sarebbe stato ucciso dall’Isis che ne ha rivendicato l’uccisione. L’Isis lo definisce in un messaggio “un crociato italiano” e poi con un messaggio su Telegram ne pubblica i documenti.

Isis rivendica l’uccisione di un italiano

Il crociato italiano è stato assassinato negli scontri nella località di Baghuz“, questo il messaggio che l’Isis invia via Telegram insieme alla tessera sanitaria e alla carta di credito dell’uomo ucciso. L’italiano sarebbe morto durante gli scontri a Baghuz, l’ultima roccaforte degli estremisti nella parte orientale del Paese. Nella zona da settimane si scontrano le forze curdo-arabe. Insieme al messaggio anche la foto di un uomo a terra con una mimetica.

L’uomo ucciso sarebbe Lorenzo Orsetti, stando ai documenti diffusi online. La Farnesina sta verificando.

Lorenzo Orsetti
Lorenzo Orsetti

Una vecchia intervista

In una vecchia intervista al Corriere Fiorentino, Orsetti aveva raccontato: “Mi chiamo Lorenzo, ho 32 anni, sono nato e cresciuto a Firenze. Ho lavorato per 13 anni nell’alta ristorazione: ho fatto il cameriere, il sommelier, il cuoco. Mi sono avvicinato alla causa curda perché mi convincevano gli ideali che la ispirano, vogliono costruire una società più giusta più equa. L’emancipazione della donna, la cooperazione sociale, l’ecologia sociale e, naturalmente, la democrazia.

Per questi ideali sarei stato pronto a combattere anche altrove, in altri contesti. Poi è scoppiato il caos a Afrin e ho deciso di venire qui per aiutare la popolazione civile a difendersi“.

Negli ultimi tempi numerosi, molte persone si sono volontariamente unite alle Fds per combattere i soldati dell’Isis.