Battiato è tornato: Il peggio è passato. Sto lavorando a un nuovo brano

Possono finalmente esultare i fan del cantautore siciliano, Franco Battiato è tornato. Sta meglio. Il periodo buio che ha trascorso dopo l’infortunio in casa sembra essere passato. Sta scrivendo una nuova canzone. Ma non sono finite qui le novità. Infatti, proprio oggi, 22 marzo, Universal Music Italia ha pubblicato per la prima volta in vinile “Fleurs – Esempi Affini di Scritture e Simili“. La copertina, che è stata realizzata dall’art director Francesco Messina, riprende un particolare del dipinto di Battiato “Derviscio Con Rosa“,  del 1999.

Il lungo periodo di assenza di Battiato

Dopo 9 mesi di assenza dalle scene, le condizioni di salute del cantautore avevano messo in agitazione i fan.

Prima la frattura del femore e del bacino, avvenuta a novembre del 2017, successivamente, ad agosto, la voce che soffrisse di Alzheimer. Ipotesi smentita subito dalla stessa famiglia del cantante. Alla fine dello scorso anno, in una foto, pubblicata sui social dall’amico Luca Madonia, era apparso molto magro. Nonostante le cure del fratello Michele, della cognata, della governante Anna e dell’autista Said, non dev’essere stato un periodo facile per Battiato. Ma il riposo nella sua casa di Milo, alle pendici dell’Etna, ha sicuramente aiutato, perché adesso è arrivata la bella notizia: “Il peggio è passato.

Ora va molto meglio, sono tornato a mio agio con la pittura e talvolta mi siedo al pianoforte. E sto lavorando ad un brano nuovo“, ha detto Franco Battiato. 

Il 7 novembre 2018 sulla sua pagina ufficiale di Facebook è apparsa questa foto che lo ritrae intento a leggere il giornale. Fonte: Franco Battiato/Facebook
Il 7 novembre 2018 sulla sua pagina ufficiale di Facebook è apparsa questa foto che lo ritrae intento a leggere il giornale. Fonte: Franco Battiato/Facebook

Il ritorno di Fleurs

In occasione del settantaquattresimo compleanno di Franco Battiato, è nato il 23 marzo 1945, e del ventesimo anniversario dall’uscita dell’album “Fleurs“, Universal Music Italia ha deciso di pubblicare in vinile “Fleurs – Esempi Affini di Scritture e Simili“.

Il 22 ottobre 1999 usciva “Fleurs“, nel quale il cantautore interpretava 10 cover e 2 brani inediti; per quest’album ha ricevuto la targa di Miglior Interprete all’edizione 2000 del Premio Tenco. Tutti i brani sono collegati tra loro da un filo comune: l’affinità alla scrittura legata indissolubilmente ad una malinconia di fondo. Nel disco sono presenti omaggi ad autori italiani come Fabrizio De André e Sergio Endrigo, e francesi, Charles Aznavour, Jacques Brel, Charles Trenet. Alla fine dell’album due brani inediti “Medievale” e “Invito al viaggio“, nel quale l’amico filosofo e cantautore Manlio Sgalambro recita dei versi liberamente ispirati a una poesia di Baudelaire. 

La copertina dell'album che riprende un particolare del dipinto di Battiato "Derviscio Con Rosa". Fonte: Franco Battiato/Facebook
La copertina dell’album che riprende un particolare del dipinto di Battiato “Derviscio Con Rosa”. Fonte: Franco Battiato/Facebook

A proposito dell’album

Come ho già detto 20 anni fa in alcune interviste, ho interpretato brani di grandi artisti che stimavo e che mi sono da sempre piaciuti. Alcune canzoni le cantavo anche nei concerti. Ho scelto quelle che potessero adattarsi al meglio ad una esecuzione per pianoforte e quartetto d’archi. Quando avevo quindici anni comprai il 45 giri di Sergio Endrigo ‘Aria di neve’ ed anche quelle splendide canzoni di De André le consumai subito quando uscirono, io canto una canzone perché quella canzone mi affascina“, ha detto Battiato.