ospedale

Una donna di 51 anni si è iniettata 20 tipi di succhi di frutta direttamente in vena dopo essersi preparata una flebo. La storia viene dalla Cina ma è rimbalzata sui social e media di tutto il mondo per le sue implicazioni: molti utenti hanno ritenuto che la preparazione medica di base delle persone dovesse essere implementata per evitare casi di questo genere.

Succo in vena

Voleva essere sana e ottenere più facilmente tutti i nutrienti della frutta, peccato che la sua idea l'abbia quasi portata alla morte. Una donna di 51 anni si è preparata una sacca di flebo con 20 tipi di frutta diverse, poi ha preso l'ago e ha cominciato ad iniettarsi tutto direttamente in vena. Dopo poche ore ha cominciato a sentirsi male ed è stata ricoverata in terapia intensiva. Un caso che ha quasi dell'assurdo ma che ha avuto sulla 51enne conseguente molto molto reali.

Il ricovero in ospedale

Le condizioni di salute della 51enne in poco tempo sono drasticamente peggiorate: ha riportato danni al fegato, reni, cuore e polmoni. Il suo ricovero nell’unità di terapia intensiva è durato 5 giorni. Liu Jianxiu, uno dei medici che ha seguito il caso della donna, ha rivelato: "Ha rischiato di morire per il collasso di più organi e di sepsi".

In Cina in poco tempo è scoppiato l’hashtag #OldWomanPutsJuiceIntoVeins, in moltissimi hanno sottolineato che almeno una conoscenza medica di base dovrebbe essere nel patrimonio di tutto in modo da evitare che storie come questa si ripetano in futuro, anche e soprattutto per la salute delle persone.

succo di frutta
Immagine di repertorio