violenza sulla donna


Catania - 3 ragazzi tra i 19 e i 20 anni sono stati fermati dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale di gruppo. I 3 accusati avrebbero conosciuto la 19enne, che lavora come ragazza alla pari in una famiglia, in un bar, poi l'avrebbero fatta salire nella loro auto e lì si sarebbe consumata la violenza.

La violenza in auto

L'incubo della 19enne sarebbe avvenuto il 15 marzo, quando insieme ad una amica si è recata in un bar a Catania. Una serata come tante, lì ha conosciuto i 3 ragazzi, che sono rimasti con lei anche dopo che l'amica era andata via. Poi l'avrebbero costretta a salire a bordo della loro auto e avrebbero guidato fino a un posto isolato. In auto avrebbero cominciato a violentarla a turno. Uno dei ragazzi le avrebbe anche impedito di chiamare il 112, quando la ragazza ha tentato di mettersi in contatto con le forze dell'ordine.

volante dei carabinieri in strada con le sirene accese
*immagine di repertorio

I video registrati

I carabinieri di Catania sarebbero riusciti ad identificare i ragazzi anche grazie ad alcuni video. La ragazza ne ha girato uno nel locale in cui si trovavano, prima che cominciasse la violenza. Ma ce n'è anche un secondo girato dai ragazzi durante la violenza e poi, pare, inviato alla vittima il giorno successivo con la richiesta di rifarlo.

Il giorno dopo la violenza, la 19enne avrebbe chiamato la madre e la sorella per raccontare tutto, sarebbero state loro a convincerla a denunciare. La famiglia che l'ha ospitata ha poi chiamato i carabinieri e l'ha assistita.

Grazie ai video e ai messaggi i carabinieri sono riusciti ad identificare i 3. Successivamente la Procura di Catania ha emesso un fermo nei confronti di 3 ragazzi, uno ha 20 anni, gli altri 2 ne hanno 19.

carabinieri
Immagine di repertorio