donna che si protegge e difende con la mano


È una nuova vicenda di maltrattamenti in famiglia. Una storia di violenze ai danni di una donna e dei suoi figli che viene da Viterbo. I carabinieri hanno fatto finire in manette un uomo dopo la coraggiosa denuncia della sua compagna che ha raccontato quanto accadeva in casa a lei e ai loro due figli, di 11 e 7 anni, lo racconta il Messaggero.

Le violenze che avvenivano in casa

È stata la donna che si è presentata ai carabinieri di Viterbo per raccontare cosa accadeva tra le mura domestiche. L'uomo, in una delle violenze, le avrebbe infilzato con una spilla da balia le labbra per farla stare zitta. Un'altra volta le avrebbe legato mani e piedi per poi chiuderla nel cassettone del divano. Tutte le violenze accadevano di fronte ai figli, il primo di 11 anni e la sorellina di appena 7, anche loro vittime di soprusi. Il tutto andava avanti da anni, e l'uomo, che pare che spesso abusasse di alcol, era riuscito a costringere la sua famiglia a vivere nella paura e nel silenzio.

volante dei carabinieri su strada
*immagine di repertorio

In una comunità protetta

Dopo aver raccolta la denuncia della donna, i carabinieri di Viterbo hanno immediatamente capito quanto la situazione potesse essere preoccupante. Hanno prelevato la donna e i figli e li hanno messi in una comunità protetta per tutelarli. Intanto continueranno le loro indagini, per stabilire cosa avveniva in casa. Per lui la Procura della Repubblica aveva avviato la richiesta di misura cautelare in carcere, ed è stato portato a Mammagialla. Il 39enne sarebbe un pregiudicato, racconta il Messaggero.

volante carabinieri
Immagine di repertorio