Debora Rizzo insieme ad un cane portatore di handicap

Debora Rizzo, 30enne di Soverato in Calabria, è una ragazza molto speciale. Ama gli animali, fa la volontaria nei canili, ma soprattutto adotta i cani più anziani per regalargli il calore di una famiglia nel momento più delicato della loro vita.

Conta la qualità, non la quantità

Nel 2012 decide di diventare una volontaria nei canili. Qui impara a conoscere ed apprezzare le storie e il carattere di ciascun ospite, rimanendo particolarmente colpita dai più vecchi e malati. Come ha dichiarato al Corriere della Sera: “I primi ad essere adottati sono i cuccioli, i cani più carini. Gli altri li vedi invecchiare dentro i box, spesso morire nel canile.

E io non ce la faccio a sopportarlo. Così, quando posso, li porto a casa”. Nike, nel 2014 già 14enne, è stata la prima di una lunga serie di vecchietti salvati. Debora regala loro una degna vecchiaia, fatta di coccole ed attenzioni, convinta che ogni cane meriti affetto indipendentemente dalla sua aspettativa di vita.

ragazza che abbraccia il suo cane anziano
Debora Rizzo con Lupo, cane che al momento dell’adozione aveva già 20 anni. Fonte: Facebook

Come racconta ancora Debora: “Tante persone decidono di non farli entrare nelle loro famiglie perché hanno paura di soffrire quando questi cani moriranno.

Ovviamente è così ma è ancora maggiore la sofferenza quando si sa di averli lasciati a morire in canile. Per cui, non abbiate paura. Siate generosi con loro e con voi: quello che vi daranno è bellissimo. Fidatevi”. 

Adozione: una scelta coraggiosa ma appagante

Spesso, quando ci troviamo a decidere sull’ingresso di un nuovo animale in famiglia, abbiamo l’abitudine ad orientarci verso cani cuccioli. Siamo convinti che siano più belli, che possano essere addestrati così come noi li vorremmo e che possano condividere con noi tutta una vita. Ma adottare un cane anziano, oltre ad essere il più bel regalo per l’animale, può essere vantaggioso anche per noi.

Sono più tranquilli, più affettuosi, non hanno bisogno di fare lunghe passeggiate e solitamente il loro obiettivo è godersi il divano invece che distruggerlo.

Il canile è un luogo difficile, ancor più per un cane anziano. Se si apre la porta di casa ad uno di loro si verrà ripagati con un’amore ed una gratitudine rara.