gettone d'oro montepremi in rai

Cinque persone tra dirigenti ed ex dirigenti della Zecca dello Stato sono a rischio di processo per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture ai danni della Rai. La truffa riguarda i gettoni d’oro che fanno parte del monte premi di programmi come Affari tuoi, La prova del cuoco e Uno Mattina. Secondo quanto emerso, i gettoni sarebbero stati fatturati e mai coniati.

Gettoni d’oro: truffa ai danni della Rai 

L’indagine portata avanti da Procura di Roma e Guardia di Finanza si è ufficialmente conclusa; questa mattina la consegna dell’avviso di fine indagine alla procura e agli indagati da parte del nucleo di polizia economico-finanziari.

Al centro cinque dirigenti ed ex dirigenti della Zecca dello Stato che sono stati denunciati per truffa aggravata e frode in pubbliche fortune. Stando a quanto emerso dall’inchiesta, gli indagati fingevano di produrre i gettoni d’oro previsti come monte premi di programmi in onda sulla Rai, fatturandoli ugualmente e producendo anche documenti falsi che attestavano l’avvenuta produzione dei gettoni.

La sede Rai di Viale Mazzini. Credits: ADNKronos
La sede Rai di Viale Mazzini. Credits: ADNKronos

Danni per migliaia di euro

La truffa ha prodotto un danno a viale Mazzini di ben 700mila euro. Al centro dell’indagine la fornitura di gettoni d’oro prevista per il triennio dal 2013 al 2016.

I 5 facevano coniare i gettoni solo nel caso in cui i vincitori avessero rifiutato la proposta di ricevere l’equivalente in denaro. I dirigenti creavano, in caso di accettazione del denaro da parte dei concorrenti, una serie di documenti, tra cui verbali di copiatura, reingresso in magazzino e documenti di trasporto, a dimostrazione di aver coniato i gettoni. Con questo escamotage, i funzionari riuscivano a tenere per sé circa 45mila euro a testa di incentivi annui. 

Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Credits: Wikipedia
Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
Credits: Wikipedia